Sant’Antonio Abate, De Luca: “Focolaio spento grazie all’operato del sindaco e del personale sanitario”

Vincenzo De LucaSpento il focolaio di Sant’Antonio Abate, scoppiato a seguito delle positività riscontrate a “La Sonrisa”. Il Governatore, Vincenzo De Luca, ha pubblicamente apprezzato il modo in cui il sindaco, Ilaria Abagnale, ha gestito l’emergenza.

“Ho avuto l’onore di poter leggere sul canale social ufficiale del Governatore della Campania, il ringraziamento per quanto gestito in merito al piccolo focolaio che ha interessato Sant’Antonio Abate” – ha esordito la Abagnale in un post pubblicato sulla propria pagina ufficiale.

“In qualità di Sindaco tengo particolarmente che arrivi alla S. V. la gratitudine per quanto offerto alla nostra meravigliosa cittadina” – ha continuato.

Vincenzo De Luca, infatti, ha lodato l’operato di tutti coloro che hanno fatto sì che la situazione, a Sant’Antonio Abate, tornasse alla normalità. Tra questi, sicuramente il grande impegno mostrato dal sindaco, dai dipendenti delle Asl e tutto il personale sanitario.

Dal post, ancora, si legge: “La S. V si è impegnata affinché nessun cittadino abatese fosse lasciato solo nell’affrontare questa situazione d’emergenza proclamata repentinamente. Ammiro la caparbietà con cui ha saputo offrire al nostro territorio una task force operativa che ha soddisfatto  le esigenze di una popolazione in così pochi giorni.”

“Lo screening epidemiologico non solo è stato organizzato in maniera impeccabile ma anche in tempi record. Se abbiamo ottenuto i risultati sperati è soprattutto grazie alla collaborazione interistituzionale.”

“Le azioni poste in essere con estremo senso di responsabilità ed i risultati conseguiti, hanno sicuramente rafforzato la fiducia dei cittadini nei confronti di tutte le istituzioni coinvolte.”

“La presente, pertanto, per ringraziare sentitamente la S. V per tutte le attività poste in essere di concerto con l’Amministrazione Abagnale e per la grande disponibilità mostrata nei confronti del Comune di Sant’Antonio Abate. In questo difficile frangente è emerso in pieno, ancora una volta, l’orgoglio di essere campani e di avere Lei come guida.”

Potrebbe anche interessarti