Covid, Campania all’avanguardia: esito dei tamponi in soli 51 minuti all’ospedale di Sorrento

Esiti dei tamponi Covid-19 in soli 51 minuti all’ospedale di Sorrento: ciò grazie ad un nuovo macchinario donato al nosocomio cittadino. A renderlo noto è Federalberghi Penisola Sorrentina, tra i promotori dell’iniziativa.

Dal post, pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale, si chiarisce: “Si tratta di uno strumento all’avanguardia in grado di accorciare notevolmente i tempi di attesa per l’analisi dei tamponi. Con la nuova apparecchiatura, la struttura sorrentina può fare l’esame dei test direttamente in casa. In tal modo si evitano le lunghe attese derivanti dall’analisi presso altre strutture.”

Il merito è di Federalberghi che, in collaborazione con Banca Intesa San Paolo, Fondazione Sorrento e Marigo Italia, ha voluto donare tale attrezzatura, che agevola la somministrazione dei tamponi, all’ospedale di Sorrento.

Stamattina si è svolta la cerimonia di inaugurazione, presieduta dal presidente Costanzo Iaccarino e il direttore generale Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto. Presente il sindaco, Giuseppe Cuomo, il direttore di presidio e l’amministratore delegato della Fondazione Sorrento.

“L’acquisto del dispositivo per l’analisi dei tamponi testimonia l’impegno sociale e l’attenzione alle esigenze del territorio da parte dell’associazione. Quest’ultima ha già aderito al protocollo Accoglienza Sicura, finalizzato a garantire  un soggiorno tranquillo agli ospiti e condizioni di lavoro salubri al personale delle strutture ricettive” – ha dichiarato Iaccarino.

“Abbiamo siglato un protocollo di sicurezza con comuni, Asl Napoli 3 Sud e Fondazione Sorrento per sottoporre rapidamente a tampone e isolare gli ospiti. In questo modo daremo tranquillità ai cittadini della penisola sorrentina.”

“Il dispositivo donato da Federalberghi consentirà di verificare l’eventuale positività al Covid nel giro di un’ora” – ha continuato Gennaro Sosto.

Intanto, in Campania, prosegue l’incremento dei casi. Nella giornata odierna si è registrato un boom di contagi.

 

Potrebbe anche interessarti