Berlusconi su De Luca: “È un personaggio televisivo, ma la politica non è spettacolo”

berlusconi de lucaSilvio Berlusconi, intervenuto telefonicamente durante la presentazione dei candidati napoletani di Forza Italia, per le elezioni regionali 2020, ha voluto esprimere il suo parere sul governatore della Campania, Vincenzo de Luca:

“Ha saputo costruire se stesso come personaggio televisivo. In questo è stato abile e gliene va dato atto. Ma governare è un’altra cosa.”

“La politica non è spettacolo – ha aggiunto Berlusconi – e smette di essere divertente quando nasconde i problemi. E’ un confronto tra due culture politiche radicalmente alternative: noi siamo i liberali, loro sono gli eredi dei comunisti, che hanno cambiato le parole d’ordine ma non i metodi di governo”.

Ha dato, inoltre, il suo giudizio in merito alle decisioni prese da De Luca durante la pandemia globale:

“La gestione dell’emergenza Covid è stata la bandiera di De Luca, ma oggi questa bandiera è ammainata perché la Campania è, con i dati di ieri, la regione d’Italia con maggior numero di contagi”.

“Questa è la differenza tra proclami e realtà, tra la verità di regime e la verità dei numeri”.

E ancora:

“Il sistema di potere di De Luca, che è nato e cresciuto nel Partito comunista italiano, somiglia sempre più a quello tipico del blocco ex sovietico. Lo ha detto addirittura l’Espresso, rivista simbolo della sinistra in Italia”.

Per poi concludere con l’augurio di recarsi presto in Campania:

“Prometto di venire tra pochi giorni in Campania per sostenere Stefano Caldoro. Considero Napoli la mia città del cuore. Ogni volta che sono venuto a Napoli mi avete sempre commosso con il vostro entusiasmo e la vostra simpatia. I nostri candidati uniscono all’esperienza di vita e alla competenza professionale una forte passione civile e credo che la nostra offerta politica sia oggettivamente il meglio a Napoli e in Campania”.

A riportare le dichiarazioni è adnkronos.com

Non resta ora che aspettare e vedere se Vincenzo De Luca risponderà o meno a queste ultime provocazioni.

Potrebbe anche interessarti