Orgoglio del Sud, la Dott.ssa Grassellino progetterà il computer quantico più potente mai esistito

Anna Grassellino, un nome che riempie di orgoglio la nostra nazione e, in particolare, il nostro Sud. È la scienziata italiana che progetterà il computer quantico più potente di sempre.

La dottoressa Grassellino nasce a Marsala, in Sicilia, nel 1981. Si laurea in Ingegneria Elettronica, nel 2005, all’Università di Pisa. Dopo un dottorato in Fisica, conseguito in Pennsylvania, inizia il suo percorso come ricercatrice. In tal modo è diventata Senior Scientist e Vicedirettrice della “Divisione di fisica applicata e tecnologia dei superconduttori” presso il Fermilab di Chicago.

Nel 2017, a soli 36 anni, ottiene il “Presidential Early Career Award for Scientists and Engineers”: conferitole da Barack Obama per essersi distinta nel campo della scienza e dell’ingegneria in fatto di scoperte inedite.

Adesso, la dottoressa Anna Grassellino si prepara ad eccellere nel suo nuovo incarico, improntato sullo sviluppo del miglior computer quantico. Ciò che differenzierebbe quest’ultimo dai computer tradizionali, è l’elevata potenza di calcolo. A differenza dei bit tradizionali, che possono assumere soltanto due valori, attraverso i qubit ogni entità binaria potrebbe trasportare un’informazione.

Numerosi sarebbero, dunque, i vantaggi che un computer del genere potrebbe arrecare all’intero comparto scientifico. Quest’ultimo, infatti, consentirebbe sviluppi importanti nelle misurazioni nelle scienze di base, nella biologia, nella medicina e nella sicurezza nazionale. Grazie all’illustre dottoressa, dunque, potremmo assistere a svolte epocali nell’ambito della ricerca.

Un vanto per il nostro Paese ma che, allo stesso tempo, ha riaperto nuovamente la piaga della cosiddetta “fuga dei cervelli”. 

 

 

Potrebbe anche interessarti