Agguato a Pozzuoli, morto un 35enne con precedenti: si indaga sul movente

agguato pozzuoli
E’ ancora avvolta nel mistero la morte di M. D. F, 35enne ucciso ieri sera in un agguato a Pozzuoli. L’uomo aveva alcuni piccoli precedenti (furto e droga) ed è stato ucciso da almeno tre colpi di pistola. L’episodio è avvenuto in Via Licola Cuma.

Un omicidio su cui stanno indagando le forze dell’ordine che hanno escluso l’appartenenza dell’uomo a clan malavitosi dell’area flegrea. D. F. infatti, come si legge in alcune agenzie di stampa, era originario del quartiere napoletano di Pianura ed era alle dipendenze di una impresa di pompe funebri. L’uomo, dopo essersi separato, viveva con la fidanzata residente in zona flegrea, nella zona dove c’è stato l’agguato.

Secondo una prima ricostruzione dell’agguato, riportata anche dall’edizione delle 14 del TgTre Regione Campania, è emerso che M.D.F è stato raggiunto da tre colpi di arma da fuoco alle spalle, mentre forse cercava di fuggire a piedi  dopo aver abbandonato lo scooter su cui viaggiava lungo. I suoi killer lo stavano aspettando sulla strada di casa. A setaccio ora ci sono le amicizie e gli ultimi contatti dell’uomo. La pista al momento più gettonata è quella che porterebbe allo spaccio di droga. Nelle prossime ore sul corpo di M.D.F sarà effettuato l’esame autoptico.

Anche questa mattina la polizia è ritornata sul luogo dell’agguato a Pozzuoli per ulteriori indagini e soprattutto per sentire i residenti, i primi a tentare di soccorrere l’uomo dopo aver udito gli spari. Al vaglio anche le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza privata presenti nella zona.

Potrebbe anche interessarti