Choc a Potenza, il consigliere Michele Napoli: “Diciamolo con chiarezza, l’omosessualità è contro natura”

Il consigliere Fdi Michele Napoli, al Consiglio comunale di Potenza, si è reso protagonista di un discorso propriamente omofobo. Un’uscita del tutto infelice in un periodo del tutto inappropriato: la morte di Maria Paola Gaglione ha infatti riaperto la piaga dell’omotransfobia che ancora affligge il nostro Paese.

Queste le sue parole, durante il dibattito su una mozione contro la legge Zan (contro l’omotransfobia): “Diciamocelo con chiarezza, così usciamo dagli equivoci. L’omosessualità è contro natura perché contraddice la legge naturale della vita, il diritto naturale, che è un diritto sacrosanto, la differenza tra sessi e la riproduzione della specie.”

“La destra non nega affatto dignità agli omosessuali, sia chiaro. Critica l’omofilia, l’omolatria cioè l’elevazione dell’omosessualità a modello di vita, la sua esibizione orgogliosa passando da tabù a totem”.

La maggioranza ha approvato la mozione ma resta l’indignazione per queste dichiarazioni, giunte proprio nel periodo in cui si chiede giustizia per una giovane donna morta per discriminazione di genere . Il video, in pochi minuti, è diventato virale, suscitando accese polemiche, soprattutto da parte del Gay Center che ha richiesto l’espulsione del consigliere Fdi Michele Napoli.

Di qui, le scuse del diretto interessato che, in una nota all’Ansa, ha detto: “Nel corso del mio intervento ho usato delle espressioni assolutamente infelici e mi dispiace molto per questo. Mi scuso per aver espresso male alcuni concetti e mi dispiace se le mie parole hanno offeso qualcuno. L’obiettivo del mio intervento era ribadire la centralità del ruolo della famiglia naturale nella nostra società e il dovere delle istituzioni di difenderla.”

Potrebbe anche interessarti