Inseguita dal fratello per una relazione con un ragazzo trans: Maria Paola muore a 22 anni

maria paola gaglione
Foto Facebook-Paola Maria Gaglione

Una tragedia immane quella verificatasi ad Acerra. Una ragazza di soli 22 anni, Maria Paola Gaglione, è morta dopo essere stata tamponata dal fratello mentre era in scooter. Un tragico incidente? Dalla confessione del fratello sembra di no: Maria Paola sarebbe stata inseguita dal ragazzo, che intendeva darle una “lezione” per il fatto che era fidanzata con un uomo trans.

Ebbene sì: Maria Paola avrebbe avuto la “colpa” di star vivendo una relazione sentimentale con un suo coetaneo, con il quale aveva iniziato una convivenza. Una situazione che il fratello della ragazza non avrebbe mai accettato. Secondo quanto riporta Il Mattino, l’incidente che è costato la vita alla giovane si è verificato in Via degli Etruschi, ad Acerra.

LEGGI ANCHE: La lettera di Ciro a Paola Maria: “Ti amerò sempre piccola mia”

Il fratello di Maria Paola avrebbe cominciato a inseguire lei e il compagno, che stavano viaggiando da Caivano ad Acerra in scooter. Un tamponamento sarebbe poi stato fatale per la ragazza: l’uomo avrebbe raggiunto lo scooter su cui viaggiava la coppia, e l’improvviso urto avrebbe fatto uscire di strada il mezzo, per poi farlo impattare contro la recinzione di un campo.

Non c’è stato nulla da fare per Maria Paola Gaglione: la giovane ha sbattuto il collo contro un tubo di metallo dell’impianto di irrigazione, che le ha procurato una ferita mortale. Il fidanzato, che intanto non era stato ferito in modo grave, avrebbe dovuto anche subire un violento pestaggio da parte del fratello di Maria Paola. Solo dopo essersi accorto che la sorella non respirava più, il giovane si sarebbe fermato.

L’uomo al momento si trova in carcere, accusato di omicidio e violenza privata aggravata da omofobia. La sua posizione resta al vaglio degli inquirenti. Il ragazzo, intanto, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ho fatto una str****ta. Non volevo uccidere nessuno, ma dare una lezione a mia sorella e soprattutto a quella là che ha infettato mia sorella, che è stata sempre normale”.

Potrebbe anche interessarti