“Napoletani di m***a”, il barman allontana così 3 ragazzi. Poi scoppia la rissa

Piacenza razzismo napoletani
Foto di repertorio

Lo scorso 11 settembre una violenta rissa si è scatenata in un locale di Piacenza, forse a causa di un atto di razzismo nei confronti di 3 napoletani giunti lì solo per gustarsi una birra. Il gruppo di partenopei sarebbe stato cacciato dapprima dal bancone e poi dai tavolini esterni, prima di subire insulti e parolacce.

I ragazzi avrebbero chiesto i soldi indietro dopo essersi resi conto che non erano ben accetti all’interno del locale di Piacenza. Il barman però si sarebbe rifiutato, dato che le consumazioni erano state già effettuate dai clienti. Alla fine del dialogo, il barman li avrebbe apostrofati come “napoletani di m***a“. Parole che hanno fatto saltare i nervi ai ragazzi, con la conseguente rissa.

I napoletani, a quanto pare, avrebbero chiesto ulteriori spiegazioni anche al proprietario, prima della rissa. Questo però non avrebbe battuto ciglio, facendo scatenare il putiferio all’intero del suo bar. Si tratterebbe del secondo caso di razzismo verso i napoletani al Nord Italia in pochi giorni.

Questa la testimonianza di Raffaele, uno dei ragazzi napoletani presenti, riportata dal Mattino in un articolo a firma di Oscar De Simone: “Siamo entrati con la mascherina e mantenendo le distanze di sicurezza prima di sederci al bancone. Poi siamo stati invitati a spostarci verso i tavoli all’esterno del locale.

Poco dopo, ci è stato detto che non potevamo sostare neanche lì. A quel punto sono rientrato per chiedere indietro i soldi, visto che la nostra presenza non era gradita. Ma ho trovato la resistenza del barman nell’affermare che ormai le birre erano state bevute. Proprio in questa circostanza c’è stato il primo insulto.

Siamo stati definiti “napoletani di m***a” e questo ha sconvolto mio fratello, che è uscito quasi in lacrime dal locale. Alla mia richiesta di spiegazioni, anche abbiamo visto che anche il proprietario non accennava a difenderci e quindi ci siamo tutti alterati.”

Raffaele dunque chiede che siano visionati i filmati delle videocamere di sorveglianza, per smentire la versione del barman e per far vedere a tutti le immagini della rissa. Secondo il gestore del locale, invece, a provocare il tutto sarebbero stati i napoletani stessi. Questi ultimi sarebbero entrati nel locale senza mascherina, e alla richiesta di indossarla sarebbe nata una rissa.

Potrebbe anche interessarti