De Luca sul covid: “La percentuale dei positivi sul numero dei tamponi è sotto controllo, siamo al 2,4%”

de luca positivi

Consueta conferenza stampa con il governatore Vincenzo De Luca che aggiorna sulla situazione in Campania. Tema caldo è ancora l’inizio della scuola e le misure da adottare per contrastare il diffondersi del covid-19.

Queste le parole del Presidente della Regione Campania:

“Oggi abbiamo una situazione sotto controllo, la percentuale di positivi in relazione ai tamponi fatti. Solo 4/5 mesi fa ne facevamo 2 mila, nella giornata di ieri 8 mila e 500, qualche numero in più di positivi è relativo sia al controllo obbligatorio fatto per i rientri sia per l’incremento straordinario dei tamponi. La percentuale dei positivi rispetto ai tamponi deve rimanere stabile, oggi è del 2,4%, sotto controllo. Dobbiamo prepararci ad avere covid hospital pronti in caso di emergenza e stiamo ampliando il numero di terapia intensiva per essere pronti in caso di picco epidemiologico. L’Oms ha detto che attende per fine ottobre una ripresa molto forte di contagio, il nostro compito è essere pronti per garantire la sicurezza dei nostri cittadini. Dopo settembre avremo un dato consolidato perché oggi stiamo registrando positivi sfuggiti a controlli o arrivati in maniera autonomi”.

Sulla scuola:

“Dobbiamo sapere che ci sarà un aumento dei contagi. Ci sarà un problema delicato per alunni delle ultime classi, 17/18 anni che frequentano la movida e tornano a vivere in famiglia. Dobbiamo stare attenti per i genitori e per i nonni. Abbiamo prorogato l’apertura dell’anno scolastico al 24 settembre. Ad oggi registriamo 100 mila test sierologici, per il 24 dobbiamo arrivare a tutti. La Regione Piemonte ha deciso di fare il controllo a scuola e non a casa, la Campania ha anticipato di 15 giorni quello che fanno gli altri. Da oggi cominciamo i decreti per dare a 919 istituti il contributo di 3 mila per i termoscanner. E’ la Campania che si fa carico di problemi che riguardano l’Istruzione. Da lunedì parte la consegna del primo blocco di pistole termoscanner, stiamo lavorando per garantire sicurezza alle famiglie. Non avevamo tempo per la campagna elettorale, eravamo concentrati su problemi più seri. Und sto preoccupante è in Toscana, su 640 test molecolari su bambini delle elementari si sono avuto 60 positivi, il 10%. Serve attenzione e non abbiamo tempo da perdere per altre cose”.

 

Potrebbe anche interessarti