Road Italy e l’inspiegabile assenza della Campania

Road Italy

Road Italy, per chi non la conoscesse, è una trasmissione in onda su Rai Uno dove i conduttori Valeria Cagnoni ed Emerson Gattafoni macinano chilometri sulla strada. Città dopo città percorrono la penisola italiana attraverso le meraviglie del nostro paese.

Domenica 6 Luglio 2014 è stata trasmessa una puntata dal titolo “La Campania e il Lazio sud”. Come tutte le altre puntate di Road Italy è stata molto affascinante, in quanto, hanno percorso una parte del Sud Italia dalla Lucania arrivando al Lazio meridionale con tappa d’arrivo a Cassino. Il viaggio è iniziato, dunque a Venosa con le sue chiese romaniche e l’anfiteatro romano, proseguendo tra i colli del Vulture ed il castello federiciano di Melfi. Altri chilometri attraverso la Via Appia per arrivare infine a Cassino, passando per la Campania.

Si, “passando”. Perchè in realtà della Campania e di Napoli, più precisamente, hanno trasmesso solo un servizio sull’incendio di “Città della Scienza, distrutta da un incendio doloso nel marzo del 2013. Un sentito “omaggio” che Road Italy ha voluto fare alla città, grazie anche al contributo musicale di Tony Cercola e di Pietra Montecorvino.

Poi il viaggio è proseguito verso il Lazio meridionale, con molti dei suoi gioielli: l’Abbazia di Mntecassino, il borgo medievale di Sermoneta, Gaeta e Sperlonga, la Via Flacca, e tanto altro ancora.

Com’è possibile che di una terra così ricca di storia, di arte e colma di culture diverse tra loro come la Campania si possa far vedere solo l’incendio di Città della Scienza? Certo è stato un omaggio ad uno dei simboli di speranza e rinascita della città, ma anche una grande lacuna in questo tour attraverso le meraviglie dell’Italia del Sud.

E voi cosa ne pensate?

Potrebbe anche interessarti