Napoli, casi covid in un centro scoliosi. La struttura: “Casi circoscritti. abbiamo sottoposto il personale a tampone”

centro scoliosi covid
Foto fb Centro Studi Scoliosi Napoli

Nella giornata di ieri in Regione Campania si sono registrati 149 casi di persone positive al covid-19. Come comunicato dall’Asl Napoli 1, tra queste vi è un positivo che ha effettuato il tampone in una struttura privata. Alcuni organi di stampa hanno coì parlato di un ‘focolaio’ all’interno del Centro Sudi della Scoliosi Srl di Miano, quartiere del capoluogo partenopeo.

All’interno del centro sono infatti stati scoperti alcuni casi positivi. La struttura è al momento chiusa per la sanificazione e saranno effettuati i tamponi a tutti i dipendenti. Sula propria pagina Facebook pubblica un comunicato per spiegare nel dettaglio cosa sta succedendo e rassicurare i clienti:

“Il Centro Studi della Scoliosi da decenni è impegnato in attività sanitarie e socio-sanitarie, è presente da più di trenta anni sul territorio di Miano continuando a dare il suo contributo a migliaia di assistiti. L’anno 2020 ha caratterizzato il lavoro di tutti noi per l’emergenza COVID-19, ed anche in questo caso siamo stati impegnati dal primo giorno a non lasciare mai da solo ogni singolo assistito, a fornire supporto psicologico e sociale dove ce ne è stato bisogno, supportandoli anche a distanza nella loro quotidianità. Stiamo affrontando questa emergenza nel rispetto prima di tutto delle persone, perché la persona è al centro del nostro lavoro, adottando tutte le misure di sicurezza necessarie nel rispetto delle norme nazionali e regionali ed anche dal buon senso.

Abbiamo sempre sanificato ogni ambiente di lavoro, ogni operatore è stato sempre fornito di tutti i dispositivi di protezione necessari (visiera, mascherina, guanti, camici), sanificatori per le mani in più punti, termoscanner per la rilevazione della temperatura, distanziamento tra le persone, informazione cartacea e multimediale, screening.
Oggi apprendiamo di una prima diffusione di notizie riguardati casi di COVID-19 nella nostra struttura riguardante il 50% del nostro personale, a questo smentiamo in maniera categorica perché è totalmente falso, riguarda alcuni operatori ed in un ambito circoscritto, e questo lo rendiamo pubblico noi, come già fatto con gli organi competenti, senza dovere ricorrere ad inutili fughe di notizie.

Non abbiamo mai avuto la presunzione di potere essere immuni dal contrarre il virus, ed è accaduto ad alcuni operatori, i quali non si sono mai tirati indietro nell’aiutare chi aveva bisogno di loro perché noi lavoriamo con i bisogni delle persone. Abbiamo deciso in maniera autonoma, sotto la stretta sorveglianza dei nostri medici, di adottare misure straordinarie, dopo essere venuti a conoscenza di alcuni nostri operatori positivi al COVID-19, di sottoporre tutto il nostro personale a tampone e allo stesso tempo di sospendere in maniera momentanea le attività, a salvaguardia della nostra comunità. Oltre ad essere un’azienda noi siamo una comunità di uomini e donne, che danno il loro contributo a chi ha più bisogno, ed eventi come questi non riguardano le donne e gli uomini contagiati ma riguarda tutti noi, e con fierezza affermiamo che anche una sola persona contagiata per noi è come se lo fossimo siamo tutti e non lasceremo mai nessuno da solo.

Il Centro Studi della Scoliosi affronterà questa situazione nel rispetto di tutti, già la stragrande maggioranza dei lavoratori ha espresso il pieno e incondizionato sostegno alla proprietà per tutto quello fatto negli anni e soprattutto in questo difficile momento, poi come in tutte le sane aziende anche noi non siamo esenti nell’avere insieme a noi chi si vuole distinguere con errate informazioni che potrebbero alimentare solo dubbi e paure. Non appena ricevuti i risultati dei tamponi effettuati, nei primi giorni della settimana prossima, riprenderemo le nostre attività in piena sicurezza. Era doveroso per noi dare una giusta informazione e lo facciamo a viso aperto, soprattutto per i nostri assistiti e verso tutti i nostri lavoratori”. 

👉🏻👉🏻👉🏻 COMUNICATO:

Il Centro Studi della Scoliosi da decenni è impegnato in attività sanitarie e socio-sanitarie, è …

Pubblicato da Centro Studi della Scoliosi SRL su Sabato 19 settembre 2020

 

Potrebbe anche interessarti