Maltempo, famiglie sfollate a Sarno e Monteforte Irpino. Inviate oltre 100 brandine per i campi accoglienza

A causa del maltempo che ha provocato non pochi disagi in tutta la Campania, la Protezione civile della Regione Campania è al lavoro nelle zone maggiormente colpite a supporto degli enti locali. L’intero sistema, composto da volontari, tecnici del Genio civile e funzionari regionali, è stato prontamente attivato per portare soccorso alle popolazioni in difficoltà ed effettuare le verifiche tecniche sul territorio per gli interventi di massima urgenza.

Le situazioni maggiormente critiche sono a Sarno, dove sono state sfollate 250 persone, e a Monteforte Irpino, presso cui sono state fatte evacuare 10 famiglie. In queste zone i sindaci hanno allestito centri di accoglienza per queste famiglie che al momento non hanno una casa e la protezione civile regionale ha già trasferito complessivamente oltre 100 brandine per supportare i due enti locali.

A Monteforte Irpino la protezione civile e i vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte e il genio civile ha avviato una serie di controlli sulla montagna dalla quale nel primo pomeriggio di ieri è cominciata una colata di fango che ha invaso tutto il centro storico. In particolare i maggiori problemi si sono riscontrati a Valloncello Oscuro dove in località Pastelle si è creato un invaso in cui si è accumulato molto materiale alluvionale motivo per cui sono a rischio le abitazioni limitrofe. Altri allagamenti si sono registrati a Forino e Montoro.

Alcuni volontari inoltre sono al lavoro in tutta la zona dell’Agro Nocerino-Sarnese dove i tecnici regionali hanno riscontrato la rottura degli argini del Sarno nel territorio di Nocera Inferiore.

Anche a Sarno si è lavorato tutta la notte per ripulire le strade da fango e detriti dopo gli allagamenti di ieri, causati dal maltempo. Nella zona di Santa Lucia in via Bracigliano, di corso Umberto I e di via Nunziante, sono state evacuate in via prudenziale 250 persone, come previsto da un’ordinanza del sindaco, trovando ospitalità al centro di accoglienza allestito nella scuola Baccelli o da parenti ed amici. Il Comune già da ieri sera ha predisposto un servizio di sorveglianza delle case evacuate, per evitare fenomeno di sciacallaggio.

La Sala operativa della Protezione civile regionale è al lavoro h24 per coordinare gli interventi a supporto degli enti locali. Inoltre l’allerta meteo gialla resterà in vigore per 24 ore con massima attenzione per le aree già interessate dalle precipitazioni a causa dei terreni saturi di acqua e dagli incendi.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più