Vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, positivo al Covid: “E’ ricoverato ma sta bene. Tamponi ai contatti”

vescovo caserta covid

Il covid-19 non risparmia neanche la Chiesa. Il vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, è infatti risultato positivo al virus. Le sue condizioni sono buone anche se è stato ricoverato nell’ospedale del capoluogo casertano. Monsignor D’Alise, originario di Napoli, ha 72 anni ed era stato nominato vescovo nel 2004 da papa Giovanni Paolo II. Il 21 marzo 2014 è stato trasferito alla sede vescovile di Caserta, dove ha preso ufficialmente possesso il 18 maggio 2014.

Ad annunciare la positività al covid del Vescovo di Caserta è l’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi di Caserta con un comunicato diffuso anche sui social:

Il Vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, è ricoverato nell’ospedale del capoluogo di Terra di Lavoro da questa notte, 29 settembre, essendo risultato positivo al Covid-19 dopo un ordinario controllo. Un contagio probabilmente frutto della sua attività pastorale. Le sue condizioni sono buone. Tutte le persone che hanno avuto contatti con il nostro Pastore si stanno sottoponendo dalla notte ai tamponi, come da protocollo. Auguriamo a monsignor D’Alise di riprendersi quanto prima. Dalle nostre comunità e dalle nostre famiglie salga incessante la preghiera al Signore Gesù perchè lo guarisca e possa tornare quanto prima in mezzo a noi in salute”. 

#vescovodicaserta #COVID19

Il Vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D’Alise, è ricoverato nell’ospedale del capoluogo…

Pubblicato da Diocesi di Caserta su Mercoledì 30 settembre 2020

Preoccupazione tra i fedeli. Ma la Diocesi rassicura che sono scattate immediatamente le procedure per il rintracciamento dei contatti, sottoposti a tampone. Nelle prossime ore i risultati.

Potrebbe anche interessarti