Napoli, autobus sporchi e non igienizzati: la denuncia

napoli autobus sporchi

Napoli – autobus sporchi. Il covid da quasi un anno a questa parte ha stravolto totalmente le nostre vite. Qualsiasi movimento facciamo ora è condizionato dalla presenza del virus e anche le minime cose ci sembrano ingigantite.

Se prima, viaggiare sui mezzi pubblici era un’azione di normale quotidianità, oggi è diventata una lotta per ottenere i propri spazi distanziati dalla gente e dai batteri che potrebbero circolare su maniglie e posti a sedere.

Ieri Striscia la Notizia, il celebre notiziario satirico in onda la sera su Canale 5, ha mandato in onda un servizio di Luca Abete girato a Napoli. L’inviato ha mostrato alcuni mezzi pubblici non igienizzati a dovere come invece dovrebbe essere in questo momento storico.

Sediolini sporchi, poggia mani altrettanto non igienizzati e fazzoletti che al passaggio sulle superfici diventano da bianchi a neri. Si vede questo nel servizio, con anche interviste ai dipendenti che lamentano una scarsa pulizia sul luogo di lavoro.

Anm, carabinieri indagano sulle assenze per malattia

Un conducente dice: “Io non dovrei guidare in queste condizioni, ma preferisco riportare la gente a casa che aspetta alla fermata”.

Disagi molto significativi che arrivano anche dai video pubblicati sul profilo di A.V. , un sindacalista dell’Usb Campania. Cittadini che dovrebbero viaggiare in sicurezza ma invece si ritrovano soltanto autobus e altri mezzi pieni di sporcizia certamente non positiva per la salute – a prescindere dal covid.

La colpa di questi autobus sporchi a Napoli di chi è? Certamente non dei conducenti dei mezzi e né tantomeno della ditta di pulizia – a quanto pare ancora in cassa integrazione – ma senza dubbio deve essere un’emergenza da gestire il più rapidamente possibile per la tutela di tutti.

 

Oggi come allora.
La pandemia non ci ha insegnato nulla.
Anche stamattina puliti, igienizzati e sanificati.
Pronti ad…

Pubblicato da Adolfo Vallini su Mercoledì 14 ottobre 2020

Potrebbe anche interessarti