De Luca: “Governo troppo lento. In Campania non abbiamo medici, lottiamo a mani nude”

vincenzo de lucaSi apre con una domanda sul nuovo Dpcm l’intervista del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ospite del programma televisivo ‘Che Tempo Che Fa’. Affrontati vari temi che hanno momentaneamente creato “reazioni squinternate”, tra cui la festa di Halloween e la sentenza calcistica Juve-Napoli.

“L’anticipazione che arriva da noi ha delle cose interessanti almeno dal punto di vista della consapevolezza della serietà del problema ma da quello che ho visto ha gradi di ambiguità e cose a metà come sempre.” – risponde De Luca in merito alla bozza del nuovo Dpcm. Sottolinea infatti il prolungamento dell’orario delle vendite di asporto fino le ore 24, o la possibilità dei sindaci di vietare la mobilità nei quartieri più frequentati.  “Decisioni che hanno caratteri di ambiguità e di non chiarezza per quello che ho letto.”  afferma il Presidente mettendo in luce le proprie perplessità.

“Per quanto riguarda la scuola, hanno fatto come abbiamo fatto noi qui in Campania.” inizia così il discorso per quanto riguarda la scuola, difendendo così la decisione presa negli ultimi giorni.  “Noi abbiamo preso questa decisione per una ragione molto semplice. L’unità di crisi della regione ci aveva segnalato la presenza ottocento contagi tra personale scolastico e alunni. Di fronte questi contagi, la regione avrebbe dovuto girare la testa dall’altra parte?” spiega, motivando così una decisione che ha creato “scandali immotivati”.

A seguito delle proteste date per la chiusura delle scuole, Fazio gli chiede se non fosse possibile iniziare da altri sistemi pubblici, come trasporti.

“Da maggio abbiamo aperto tutto in Italia  in questo contesto la Campania è la regione più fragile, più esposta come densità abitativa. Noi in Campania se vogliamo salvarci dobbiamo decidere prima degli altri e prendere decisioni più rigorose. La scuola ? Quando arrivi con i contagi devi intervenire dappertutto per frenare il contagio. Il governo ha deciso di fare quello che abbiamo già fatto noi da qualche giorno.”  risponde, facendo cadere le critiche e i disappunti dei giorni passati.

L’intervista di De Luca si sposta sull’autonomia delle regioni “come se non ci fosse un governo”. “Come è possibile non amministrare un’emergenza in modo uniforme su tutto il territorio?” chiede Fazio.

Il Presidente replica con una risposta semplicissima, a tratti scontata: ci sono decisioni che vanno bene per tutta la Nazione e decisioni che vanno bene solo per alcune Regioni. “Mi aspetto decisioni più rapide da parte del governo. Da una settimana abbiamo dato indicazioni sui medici e sugli infermieri che ci servono.”  – continua il discorso, precisando che “le decisioni vanno prese in un’ora e non una settimana”.

“Da una settimana abbiamo dato indicazioni sui medici e sugli infermieri che ci servono. Non abbiamo ancora visto niente. Abbiamo 16 mila dipendenti in meno rispetto alle altre regioni. La Campania ha un numero di terapie intensive che sono la metà di quelle del Nord. Stiamo combattendo a mani nude. Sapevamo che andavamo incontro a una  situazione difficile. Noi già abbiamo iniziato campagna vaccinazione.” continua il discorso, elencando i divieti e i nuovi obblighi effettuati negli ultimi giorni, come l’obbligo di mascherina anche per le strade. ” Abbiamo fatto tutto quello che era umanamente impossibile.”

È in questo modo che si passa all’argomento Halloween. “Ha fatto paura lei ad Halloween!” ci scherza Fazio, strappando una risata anche al Presidente.

“Non penso che avremo problemi con l’America per la critica ad Halloween.” risponde De Luca a seguito del commento di Fazio “De Luca contro Halloween”.

“Mentre facciamo i conti con i posti letto negli ospedali, c’è qualcuno che si prepara per le feste di Halloween. Noi abbiamo un grande obiettivo: quante vite umane salviamo? In Campania le vittime sono la percentuale più bassa d’Italia. Dobbiamo esser più responsabili che in altre parti d’Italia.” 

Termina De Luca l’intervista con la fatidica domanda sulla decisione della vittoria Juve-Napoli. “L’Asl ha fatto solo il suo dovere. Mentre per quanto riguarda la sentenza è limpida come una scodella di bagnacauda.”

Vincenzo De Luca a Che Tempo Che Fa

Vincenzo De Luca a Che Tempo Che Fa. Il presidente ha spiegato qual è la situazione in Campania e il perché dei provvedimenti presi

Pubblicato da Vesuvio live su Domenica 18 ottobre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più