Napoli, MSC Crociere invita ospiti a non far spese al centro storico: pericolo covid

 

San Gregorio Armeno NapoliNapoli A quanto pare, secondo le parole di alcuni testimoni riprese dal Comune di Napoli, la MSC Crociere avrebbe invitato i suoi ospiti a non acquistare presso i commercianti del centro della città partenopea in quanto vi sarebbe il pericolo di Covid.

Se le voci fossero confermate, il Comune di Napoli si è dichiarato pronto a procedere per difendere l’immagine della città. In questo caso infatti sull’MSC Crociere graverebbe la responsabilità di una importante perdita economica per i commercianti napoletani. Si tratterebbe di una perdita doppia dato che gli affari vanno parecchio male in questi mesi per colpa del lockdown e già le attività sono sul punto di chiudere definitivamente.

Oltre al danno economico inoltre si continua a gettare fango sulla città. I Napoletani di certo non meritano questo trattamento, si sono dati da fare come in tutto il resto d’Italia per fronteggiare i contagi. Ovviamente ci sono state voci fuori dal coro con persone che non hanno rispettato le norme ma questo accade in qualsiasi posto del mondo.

Queste le parole dell’assessore al commercio del Comune di Napoli, Rosaria Galiero:

“Abbiamo appreso attraverso le testimonianze dirette di alcune Botteghe di San Gregorio Armeno e da alcuni video, che la Compagnia di navigazione MSC Crociere avrebbe indicato ai propri crocieristi in visita per le strade del centro storico, di non effettuare acquisti a Napoli poiché pericoloso a causa del Covid-19.

Se ciò dovesse corrispondere al vero e non ad un errato intendimento da parte dei passeggeri delle misure da loro comunicate, ci troveremmo di fronte ad un atto grave.  Raccoglie quella narrazione tossica della città di Napoli come luogo insicuro e pericoloso. Che omette lo sforzo enorme di cittadini, istituzioni e commercianti per limitare il rischio di contagio. Procederemo subito a predisporre una nota di chiarimenti a MSC Crociere. Chiedendo spiegazioni e pretendendo di retrocedere, se fosse vera, da tale errata e dannosa “comunicazione”. Se risultasse reale quanto raccontato dai crocieristi, attueremo ogni utile azione a difesa dell’immagine della città.”

Nella giornata di oggi – 21 ottobre – è arrivata la replica della società Msc Crociere in risposta al Comune di Napoli che spiega come non ci sia nessuna discriminazione ma in tutti i porti la procedura è la stessa.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più