Spadafora: “Più contagi al ristorante che in palestra. Chiedo ai calciatori famosi di essere da esempio”

spadafora

Il covid si rischia di prenderlo di più al ristorante che in palestra“. Così il ministro dello sport Vincenzo Spadafora in un’intervista al quotidiano Il Mattino di Napoli, nella quale rinnova anche a tutti i campionati l’invito a immaginare “un piano b se le cose dovesse peggiorare” in materia di pandemia.

Spadafora lancia un appello ai giocatori “Soprattutto ai più forti e famosi: chiedo una assunzione di responsabilità per essere da esempio ai più giovani. Sarebbe bello se ciascuno di loro facesse un video sui propri canali social per chiedere ai ragazzi di indossare le mascherine e scaricare Immuni“. Un po’ come fatto dal premier Conte con gli influencer Chiara Ferragni e suo marito Fedez.

Quanto alle palestre e piscine, il ministro sottolinea: “Non ci sono evidenze scientifiche su focolai o contagi nati da palestre e piscine, ritengo più rischioso mangiare al ristorante in sei, senza mascherine, piuttosto che allenarsi in una sala pesi. Dai controlli del Nas emerge un rigoroso rispetto dei protocolli“.

Ministro Spadafora che ieri su La7 ha attaccato sia il Governatore della Campania De Luca che Cristiano Ronaldo. De Luca è stato invitato ad occuparsi della sanità campana e non del calcio (in riferimento alle sua dichiarazioni su Juve Napoli, ndr) mentre Ronaldo è stato accusato di sentirsi superiore a tutti e non rispettare le regole.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più