Covid, vaccino Oxford-AstraZeneca: genera una forte risposta immunitaria negli anziani

vaccino novavax

Buone notizie sul fronte dei vaccini contro il Covid. Secondo il Financial Times, infatti, il vaccino Oxford-AstraZeneca genera una forte risposta immunitaria negli anziani. 

Gli studi in corso hanno validato la tesi secondo cui il candidato vaccino, che arriverà anche in Italia, produce, nelle persone in età avanzata, gli anticorpi e i cosiddetti linfociti T. Questi ultimi hanno il compito di individuare ed uccidere gli agenti patogeni invasori o le cellule contagiate.

Tali analisi, dunque, infondono speranza alla fascia di popolazione più esposta al rischio in quanto il candidato vaccino potrebbe concretamente agire a favore di quest’ultima.

Il vaccino Oxford-AstraZeneca, sviluppato dall’istituto Jenner dell’Università di Oxford in collaborazione con l’azienda italiana Advent-Irbm di Pomezia, attualmente è ancora in fase di sperimentazione. Una volta superato l’ultimo step la sua efficacia sarà confermata, proseguendo con la messa in distribuzione. La validazione potrebbe giungere già a fine anno.

Intanto, in Italia, così come nel resto del mondo, prosegue l’impennata dei contagi tanto da indurre il Governo ad emanare nuove misure, ulteriormente restrittive. Le autorità preposte, tuttavia, hanno escluso la possibilità di indire un nuovo lockdown generalizzato, considerando le gravose conseguenze economiche che implicherebbe.

L’arrivo di un vaccino potrebbe contribuire a bloccare questa nuova e violenta ondata, per cui continua il lavoro di esperti e ricercatori per cercare di ridurre al minimo i tempi di attesa.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più