Whirlpool, lavoratori bloccano l’autostrada per dire no alla chiusura

In un momento di profonda crisi sanitaria ed economica, anche i lavoratori della Whirlpool di Napoli fanno sentire la propria voce, bloccando l’autostrada.

Gli ex operai dello stabilimento napoletano hanno infatti bloccato il raccordo autostradale all’altezza dello stabilimento di via Argine. La protesta è solo una parte delle iniziative messe in campo contro la chiusura dello stabilimento, prevista per sabato prossimo, 31 ottobre.

La chiusura dello stabilimento partenopeo ha costituito un danno enorme per la nostra città. Gli ex dipendenti della fabbrica sono circa 350, che raddoppiano se si considera anche l’indotto. Anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha chiesto a gran voce l’intervento del Governo per scongiurare questa disgrazia.

Oggi i lavoratori Whirlpool, con il blocco in autostrada, cominciano le otto ore di sciopero proclamate dalle organizzazioni sindacali di categoria. L’obiettivo è appunto sollecitare il Governo ad un intervento deciso sulla multinazionale, che permetta di far ripartire le attività produttive.

Whirlpool: Accurso (Uilm), non si può più aspettare

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più