Covid, rete di psicologi a sostegno delle famiglie con disabili: “Serve supporto”

Psicologo di baseIl Coronavirus in questi giorni sta colpendo davvero forte: tra i disagi più gravi che scaturiscono dall’epidemia ci sono anche le famiglie con figli disabili, che sanno affrontando un periodo ancora più complesso. A tal proposito è stata promossa un’iniziativa nazionale per il supporto psicologico.

Secondo i dati Istat le famiglia con tali difficoltà comprendono il 5,2% della popolazione. Si tratta quindi di un numero considerevole, che il più delle volte possono contare solo sul supporto delle famiglie stesse.

Le restrizioni emanate dal governo, assieme all’emergenza sanitaria del Coronavirus, hanno fatto sì che i problemi legati alle famiglie con figli disabili aumentino sempre di più. La situazione è di totale emergenza. Per questo motivo è stata promossa un’iniziativa nazionale per un supporto psicologico continuativo.

Oltre 600mila persone con limitazioni gravi vivono in una situazione di grande isolamento, senza alcuna rete di supporto su cui poter contare in caso di bisogno, tranne quella familiare. Questo dimostra che, spesso, le famiglie da sole devono gestire completamente la vita del ragazzo con disabilità.

Queste le parole dello psicoterapeuta del Pronto soccorso psicologico “Roma Est” Gianni Lanari:L’attuale emergenza Coronavirus sta facendo sentire ancora più abbandonate le famiglie con un figlio disabile. Spesso la paura, l’ansia, la difficoltà a relazionarsi con il figlio, provocano un abbassamento dell’umore. Questo porta a non vedere più vie d’uscita.

I genitori possono attraversare momenti difficili e di crisi, che sono dovuti alle tante complessità legata alla responsabilità, alla cura di un figlio con disabilità. Le famiglie possono vivere tutte queste difficoltà come un grande peso che inibisce qualsiasi circostanza o progetto di vita.

Per far fronte a questi problemi il Pronto Soccorso Psicologico “Roma Est”, grazie alla sua rete professionale di 227 Psicologi, offre in tutta Italia, e in 13 paesi esteri, un servizio di aiuto psicologico. Per gestire al meglio la vita delle famiglie con all’interno figli diversamente abili.

Il servizio di aiuto psicologico è offerto in 17 lingue. I prezzi sono accessibili e gli Psicologi lavorano 7 giorni su 7. L’iniziativa è rivolta a tutti i componenti del nucleo familiare che in questo momento stanno attraversando un momento di particolare crisi e sconforto.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più