Santa Maria a Vico, stretta sulla socialità: vietato circolare con non conviventi e riceverli in casa

Drastiche le misure adottate dal sindaco di Santa Maria a Vico per frenare l’ascesa del Covid-19. La nuova ordinanza 149/2020, infatti, impone rigide restrizioni ai cittadini. Quest’ultima sarà in vigore da domani, 13 novembre 2020 fino al 4 dicembre 2020.

Queste le parole del primo cittadino: “Abbiamo adottato provvedimenti ormai necessari per fare in modo di ridurre il diffondersi di questa pandemia. L’aumento di casi nella nostra comunità è costante. La situazione è veramente preoccupante e ci spinge ad adottare misure forti.”

“Aspettavamo che Stato e Regione trovassero un’intesa ma ci sono discussioni in atto che non fanno bene né alle istituzioni né alla salute dei nostri cittadini. Allora abbiamo predisposto un’ordinanza.”

Il Comune di Santa Maria a Vico interviene sul Covid-19, innanzitutto vietando la circolazione (nelle ore consentite) di più persone non conviventi, se non per casi di necessità. Dispone, inoltre, il divieto di stazionamento da parte dei pedoni su strade, piazze e aree pubbliche, di utilizzo delle panchine.

Chiusi tutti i parchi gioco e sospeso il mercato settimanale. Vietati cene, pranzi, incontri con persone non appartenenti al proprio nucleo familiare: non è possibile ospitare in casa persone non conviventi. Al momento nessun vincolo di ingresso e uscita dal territorio.

“Quest’ordinanza può sembrare forte ma credo che non possiamo fare diversamente. Quando arriviamo a questi livelli c’è bisogno di scelte difficili. Mi rivolgo ai genitori, vi invito a far rispettare queste regole ai vostri figli. Noi faremo controlli serrati per tutte le strade e piazze ma il primo controllo lo deve fare il genitore. Tutti saranno sanzionati per il mancato rispetto delle regole. Tolleranza per nessuno” – ha commentato il sindaco.

Sulle istituzioni ha detto: “Governo e Regioni spero che trovino un accordo su questi colori perché tra giallo, rosso e arancione stanno giocando sulla salute dei cittadini.”

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più