Napoli, ubriaco si infila nella Galleria della funicolare Vomero-Montesanto: portato via in ambulanza, dà una testata al personale Eav

eav ubriaco funicolare
Ieri la metropolitana, le funicolari e i pullman di Napoli sono stati fermi quattro ore per uno sciopero proclamato da alcune sigle sindacali. La circolazione però ha subito dei ritardi anche a seguito di un episodio di cronaca.

Come raccontato in un post su Facebook dal presidente dell’Eav, Umberto de Gregorio, un uomo ubriaco ieri si è intrufolato nella galleria della funicolare Vomero-Montesanto. L’uomo poi è stato trasportato in ambulanza perché in evidente stato confusionale e ha reagito dando una testata al personale Eav.

“Eav. Ieri sera una persona si è infilata in galleria Vomero da Montesanto. Il treno provenente da Soccavo è stato fermato dalla protezione ed il personale ha prelevato il tizio portandolo in stazione senza un graffio. Tale soggetto veniva fermato e scortato in stazione dove nel frattempo sopraggiungevano anche le forze di Polizia che si vedevano costretti ad ammanettarlo, poiché lo stesso era in stato di ebrezza. A tal punto era già ripresa la circolazione con solo 10 minuti circa di ritardo. Il soggetto in questione nel frattempo restava ancora in stazione con le forze dell’ordine, che aspettavano anche l’arrivo di una ambulanza con cui portare via tale soggetto che a causa dell’alto tasso etilico, non era in grado di deambulare. Un grazie al personale di Eav, uno di loro per portare fuori dal tunnel la persona che si agitava si è beccata anche una testata in faccia. Purtroppo di persone fuori di testa ne circolano sempre di più. Ed il clima del Covid certamente non aiuta”. 

Eav. Ieri sera una persona si è infilata in galleria Vomero da Montesanto.
Il treno provenience da Soccavo è stato…

Pubblicato da Umberto de Gregorio su Sabato 14 novembre 2020

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più