EAV, poca affluenza e crollo dei ricavi: servizi ferroviari sospesi di domenica

L’EAV, Ente Autonomo Volturno, ha annunciato una rimodulazione dei servizi effettuati nelle giornate di domenica. Ciò sia per limitare la mobilità non legata a necessità specifiche, sia per gestire al meglio le risorse finanziarie.

A tal proposito, tutti i servizi ferroviari, su tutte le linee aziendali, vengono sospesi nelle domeniche 22 e 29 novembre, 6 e 13 dicembre, compreso la festività dell’8 dicembre.

Per le linee soppresse vengono istituiti servizi automobilistici sostitutivi. Questi verranno effettuati con una riduzione media del 50% del servizio domenicale. Per gli operatori sanitari, invece, è predisposto un servizio dedicato individuale a chiamata.

Un provvedimento adottato con l’emanazione della “zona rossa” che ha notevolmente ridotto gli spostamenti. La sospensione delle attività didattiche e in presenza, il ricorso allo smart-working e la chiusura di molte attività commerciali hanno determinato una notevolissima flessione della presenza di viaggiatori a bordo di treni e autobus.

L’EAV avverte una flessione ancor più marcata soprattutto di domenica. Ciò si aggiunge al crollo dei ricavi che va gestito sapientemente per tentare di raggiungere un equilibrio di bilancio. Di qui la necessità, da parte dell’ente, di rimodulare il servizio nel fine settimana, mirando anche a scoraggiare la mobilità non giustificata da comprovate necessità.

Maggiori informazioni sui servizi sostitutivi, sull’offerta dedicata agli operatori sanitari e sui nuovi orari in vigore, è possibile consultare il sito.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più