750 positivi a Mugnano: scuole chiuse e divieto di fumare in fila

Il Comune di Mugnano registra dati preoccupanti. Stando all’ultimo aggiornamento, sono 750 gli attualmente positivi al coronavirus in città (con 207 guariti), su poco meno di 35.000 abitanti. Per questa ragione il sindaco di Mugnano, Luigi Sarnataro, ha prolungato la chiusura delle scuole e adottato una serie di provvedimenti utili a fronteggiare l’emergenza.

Covid a Mugnano – i provvedimenti del sindaco

Qui di seguito riportiamo l’elenco completo delle norme anti-contagio predisposte dal primo cittadino Luigi Sarnataro:

  • Le scuole restano chiuse fino al 3 dicembre e la didattica continuerà a distanza. Il Comune avrà così il tempo di sanificare gli istituti e effettuare uno screening completo di alunni, docenti e genitori.
  • Divieto di fumare in fila o in prossimità di altre persone anche se all’aperto
  • Divieto di “grattare” i gratta e vinci all’interno delle tabaccherie
  • Divieto del commercio in forma ambulante fino al 3 dicembre (è anche vietato esporre merce in strada)
  • Divieto di gettare dispositivi di protezione sul suolo pubblico
  • Obbligo di sanificare periodicamente negozi, condomini, parchi. È obbligo degli amministratori di parchi e condomini evitare assembramenti nei luoghi comuni.
  • La sosta sulle strisce blu sarà gratuita dalle ore 13 alle ore 08
  • L’accesso agli uffici comunali è consentito solo previo appuntamento telefonico

Non solo Mugnano: la diatriba sulle scuole

Il sindaco di Mugnano di Napoli non è stato l’unico a decretare la sospensione delle attività didattiche in presenza anche oltre il 24 novembre. Oggi anche la prima cittadina di Villaricca, Rosaria Punzo, ha firmato un’ordinanza che dispone la chiusura delle scuole finché la Campania resterà zona rossa, affermando che non sussistono le condizioni minime per garantire la ripresa.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più