Sant’Antonio Abate, festa abusiva con 150 persone: emanati 8 Daspo verso cittadini stranieri

festa Sant'Antonio abateCon le restrizioni imposte dal nuovo dpcm, le feste così come gli incontri con amici o parenti sono vietati sia all’aperto che nei luoghi chiusi. Ha fatto scalpore quindi una festa abusiva scoperta dalla Polizia e organizzata in un locale del Borgo Sant’Antonio Abate, rione di Napoli che unisce Porta Capuana a Piazza Carlo III.

150 persone, tutte senza mascherina e vicine, che ballavano e si divertivano la notte di Halloween. Gli agenti giunti sul posto hanno fermato alcuni dei presenti che hanno reagito con un lancio di bottiglie. Per quell’aggressione sono stati emessi 8 Daspo.

A comunicarlo è la Questura di Napoli che ricostruisce quanto accaduto:

Il Questore di Napoli ha emesso, per la prima volta in questa provincia, otto provvedimenti di Divieto di accesso ai pubblici esercizi o locali di pubblico trattenimento nei confronti di 7 cittadini nigeriani ed un gambiano che lo scorso 1° novembre si sono resi responsabili di una violenta aggressione nei confronti degli equipaggi dell’ Ufficio Prevenzione Generale intervenuti presso un locale di via Michele Morelli dove si stava svolgendo una festa con la presenza di circa 150 persone, tutte senza dispositivi di protezione e non osservanti il distanziamento sociale”.

I poliziotti sono stati aggrediti e feriti dai presenti alla festa nel Borgo Sant’Antonio Abate:

“Gli operatori, una volta sul posto, erano stati aggrediti dai presenti con bottiglie e altri oggetti che avevano provocato lesioni ad un funzionario e a sette agenti e danni a tre autovetture di servizio. Al termine degli incidenti otto soggetti erano stati denunciati, tre dei quali in stato di arresto, mentre il locale era stato sequestrato e chiuso per 5 giorni. I provvedimenti, istruiti e predisposti dalla Divisione Polizia Anticrimine, della durata di un anno per i cinque denunciati e di due anni per i tre arrestati, prevedono il divieto di accedere ai pubblici esercizi e ai locali di pubblico trattenimento ubicati nel Borgo Sant’ Antonio Abate e nell’area del Vasto. L’eventuale violazione dei divieti è sanzionata con la reclusione da sei mesi a due anni e con la multa da 8.000 a 20.000 euro”. 

Festa abusiva al #BorgoSantAntonioAbate : emessi 8 #Daspo per l’aggressione agli agenti intervenuti.

Pubblicato da Questura di Napoli su Sabato 21 novembre 2020

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più