Maradona, il dolore di Bruscolotti: “Napoli oggi ha perso un figlio, uno che gli ha dato tanto”

Il mondo del calcio è sconvolto dalla morte di Diego Armando Maradona, stroncato da un arresto cardiaco all’età di 60 anni. A poche ore dalla tragica notizia sono già diversi i messaggi di cordoglio a lui dedicati.

Diego Armando Maradona è morto

Sono intervenuti anche Ottavio Bianchi, allenatore del Napoli del primo scudetto, e Giuseppe Bruscolotti, storico capitano del Napoli e compagno di squadra del Pibe. Il primo, all’Adnkronos, ha detto: “Sono talmente sconvolto che non riesco nemmeno a parlare. Mi scusi ma proprio non riesco.”

Bruscolotti, invece, riesce ad esprimere il suo dolore: “Una notizia pesante, incredibile. Mi dispiace tanto, per me era come un fratello, abbiamo avuto un rapporto incredibile. Oggi Napoli ha perso un figlio, uno che gli ha dato tanto. Sicuramente oggi è lutto cittadino se non mondiale.”

Ancora, Luciano Moggi che, insieme a lui, conquistò la Coppa Uefa nel 1989, lo scudetto e la Supercoppa italiana nel 1990: “Difficile commentare. Per chi non lo ha conosciuto posso dire che era una persona eccezionale. Aveva dei problemi che tutti conoscono ma non importa. Gli volevo bene, impossibile non volergliene. Era davvero il numero uno, sapeva dare tutto di sé stesso agli altri. Sono sconvolto.”

Anche Antonio Careca, uno dei suoi più fedeli compagni di squadra insieme a Giordano, ha voluto ricordarlo: “Senza parole. Signore il nostro amico, fratello Diego è partito per il tuo regno. Per favore ricevilo accoglilo a braccia aperte. Era e sarà sempre speciale per tutti noi.”

Una notizia che rattrista, quella della morte di Diego Armando Maradona, colui che ha segnato la storia del calcio. Solo poche settimane fa il mondo tirava un sospiro di sollievo alla notizia del miglioramento delle sue condizioni di salute.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonio/Careca (@antoniocareca09)

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più