Vesuvio che erutta Covid, i Neoborbonici: “Boicottare i prodotti degli sponsor”

Da settimane ormai Massimo Giletti si sta occupando della situazione sanitaria in Campania, connessa all’emergenza coronavirus. La trasmissione Non è l’Arena è finita, nelle ultime ore, nell’occhio del ciclone per l’immagine del Vesuvio che erutta il Covid, ritenuta da molti di pessimo gusto. La trasmissione si è giustificata per l’accaduto, ed il sindaco Luigi de Magistris, che era presente in trasmissione quando è stata mandata in onda l’immagine e non ha detto nulla, oggi ha affermato che è di cattivo pur precisando che “la trasmissione non è contro Napoli”.

Tra coloro che protestano in modo più accesso vi è Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico
e del Movimento per il Nuovo Sud.

“Da anni, ormai, siamo costretti a intervenire contro Giletti e i suoi programmi che attaccano sistematicamente Napoli e il Sud. Anni fa le nostre proteste lo costrinsero ad invitarci anche in trasmissione e promise di evitare altri attacchi. Ovvio che siamo ancora una volta costretti a boicottare la sua trasmissione e ad evitare di acquistare i prodotti pubblicizzati dai suoi sponsor.

Nella puntata di domenica 29/11/20, dopo le precedenti puntate nelle quali evidenziava degli sprechi che il governatore De Luca ha smentito (dopo aver giustamente querelato la stessa trasmissione), ha pubblicato una grande immagine con un Vesuvio che eruttava virus. Al di là del cattivo gusto (con l’eco dei famosi cori razzisti “Vesuvio, lavali col fuoco”), al di là del silenzio imbarazzante (per noi Napoletani) del sindaco De Magistris presente in trasmissione, quell’immagine è un’offesa ai Napoletani e alle vittime napoletane e italiane del Covid e anche alla verità storica.

Dando un occhio ai numeri veri, le vittime in Campania sono state 1.600, in Lombardia sono state 21.600 (15 volte di più). Premessa la nostra solidarietà a tutte le vittime, forse qualcosa sarà saltato nel sistema sanitario e politico lombardo e forse Giletti farebbe bene ad indagare su questo piuttosto che sulle questioni campane e forse lo sfondo adatto poteva essere un Duomo di Milano con il virus piuttosto che il Vesuvio (nell’immagine allegata un “suggerimento” che abbiamo inviato a Giletti con la certezza che una tv napoletana o un giornalista napoletano non avrebbero mai utilizzato l’immagine che gli suggeriamo)”.

GILETTI, ANCORA GILETTI… STAVOLTA CON UN’IMMAGINE ORRENDA (CHE ABBIAMO “RITOCCATO” E INVIATO AL GIORNALISTA PIEMONTESE)….

Pubblicato da Prof. Gennaro De Crescenzo su Lunedì 30 novembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più