Nero a metà di Pino Daniele compie 40 anni: uscito un nuovo cd in edizione limitata con 5 inediti

Pino Daniele

Gli anni ’80 furono anni di rivoluzione e grande musica, in Italia è un decennio di successi e la nascita di nuove stelle. Proprio all’inizio del 1980, precisamente a marzo, Pino Daniele pubblicò il suo terzo album dal titolo “Nero a Metà“, un album che fu destinato a fare storia.

In questo 2020, a 5 anni dalla scomparsa del cantautore napoletano, l’album compie 40 anni e lo scorso 27 novembre è uscito in commercio in due nuove edizioni limitate.

Ideate da Universal Music Italia con la collaborazione artistica dell’ente Pino Daniele Trust Onlus, l’album originale viene accompagnato da NERO A METÀ LIVE – BOOTLEG 1980, un bonus disc contenente 5 brani registrati in presa diretta il 30 aprile 1980 al Teatro Massimo di Pescara e che vengono qui pubblicati per la prima volta senza sovraincisioni e correzioni per mantenere inalterata l’atmosfera, la magia e l’energia di un concerto di Pino Daniele.

Foto sito Pino Daniele Trust Onlus

Nero a metà è forse uno degli album più belli di Pino, contenente singoli che avevano un misto di jazz, rock, blues, tradizione e innovazione e che sono riusciti ad entrare nel cuore, non solo dei napoletani ma, di tutti gli italiani. In quell’anno si è piazzato al sedicesimo posto nella classifica degli album più venduti in Italia, con oltre 300mila copie vendute.

Un disco storico non solo per la carriera del cantautore me per tutto il panorama della musica italiana: non a caso nel 2012 la rivista Rolling Stones lo mette al 17esimo posto nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre.

Lo stesso Pino era molto fiero della sua creatura tanto da dire del suo album: “Il titolo “Nero a metà”, legato ad un concetto musicale, fu anche inspirato da un bellissimo libro che uscì negli anni 70, “Nero di Puglia” che è la storia di un uomo di colore che nasce nel sud, un po’ come la storia del mio amico James Senese, inutile dire che per me il pezzo più bello è “Quanno chiove”, una delle mie prime canzoni d’amore… tanto l’aria s’adda cagna’! C’era tanta voglia di cambiare le cose e la musica ci aiutava molto“.

Potrebbe anche interessarti