Carlo Verdone: “Maradona lo conobbi in casa di Troisi. Un ragazzo umile, un dono di Dio”

verdone maradona

Carlo Verdone, in un’intervista rilasciata a Il Giornale, ha raccontato alcuni aspetti della sua vita. Nel parlare di depressione ha fatto riferimento anche agli affetti, importanti per sfuggire alla malattia che colpisce tante persone e colleghi dopo una certa età.

Tempo fa raccontò di essere molto legato a Massimo Troisi. Nel ricordare il collega in occasione del giorno del suo compleanno, rese pubblico un aneddoto particolare su come si sono conosciuti e come grazie a lui, ha incontrato Maradona, che oggi descrive a Il Giornale come Un ragazzo gradevole, umile. Per lo sport è stato un “dono di Dio. La sua fine mi suscita pena e tenerezza“.

L’attore e regista infatti conobbe Maradona proprio in casa di Troisi, come lui stesso raccontò in un post pubblicato su Facebook:

“Ci conoscemmo mentre eravamo in volo per Catania, io andavo a presentare “Bianco Rosso & Verdone” e lui il suo primo film “Ricomincio da Tre”. I primi due giorni vinsi io come incasso, ma dal terzo giorno il suo film esplose in modo entusiasmante. Tornato a Roma lo andai a vedere, al cinema Eden: non trovai posto e stetti tutto il tempo appoggiato in piedi ad una colonna.

Capii subito che era nato un attore dai tempi comici pazzeschi. Non un attore ma un vero artista. Il giorno dopo lo chiamai per comunicargli la mia ammirazione, e presto diventammo amici. E credo che restammo amici perché né io né lui mettemmo in mezzo il cinema, nessuno dei due chiese mai all’altro di fare un film insieme. Questa assenza di interesse lavorativo fu il motivo del nostro rapporto.

Non ci vedevamo spessissimo ma ero l’unico in grado di vincere la sua proverbiale pigrizia e di portarlo al cinema: lui sceglieva sempre il primo spettacolo per non esser riconosciuto. Era un grande, con le battute più fulminanti ed intelligenti che abbia mai ascoltato.

Un giorno mi disse di andare a prendere il caffè da lui…. trovai Maradona !!!

Oggi sarebbe stato il compleanno di Massimo Troisi .

Lo ricordo con enorme affetto.
Ci conoscemmo mentre eravamo in…

Pubblicato da Carlo Verdone su Venerdì 19 febbraio 2016

Potrebbe anche interessarti