Il MANN si illumina per Natale. Il Direttore Paolo Giulierini afferma: “In occasione dell’8 dicembre accenderemo le luci sulla nostra facciata”

 

In occasione dell’8 dicembre, il direttore del MANN, Paolo Giulierini, decide di illuminare la facciata del MANN.  Una luce simbolica che verrà irradiata in tre grandi fasci luminosi verso la città. In un clima di incertezza e instabilità come quello che la pandemia del Coronavirus ha delineato da mesi,  le luci al MANN brilleranno sulla strada. Quello attuale è sicuramente un periodo di instabilità e il Natale quest’anno sarà leggermente diverso da come lo ricordiamo e amiamo festeggiarlo. In quello che sembra un periodo ormai buio e oscuro, una luce emerge all’orizzonte.

Il messaggio che si vuole veicolare è quello di una cultura che non si ferma. Nonostante il virus abbia costretto musei e siti archeologici alla chiusura, quest’ultimi non si arrendono. Per questo motivo, sui tre portoni del MANN, sono stati installati fari che non solo diffonderanno luce naturale durante le festività natalizie, ma dai prossimi giorni rifletteranno anche i colori della bandiera italiana.

Il Direttore Paolo Giulierini si esprime così sull’iniziativa delle luci al MANN:

‘La vita delle città d’arte e dei loro quartieri, in questo Natale diverso da tutti gli altri, è un tema che, come istituto di cultura attivo sul territorio, non potevamo ignorare. In occasione dell’8 dicembre, accenderemo le luci sulla nostra facciata: la luce è da sempre identificata con la vita che ritorna. E’ la prima volta che lo facciamo e la chiusura del Museo è un motivo in più per dare questo segnale ai cittadini e agli operatori commerciali. E stiamo preparando altre sorprese a dicembre, per contribuire a tenere viva questa parte di centro storico così legata alla nostra identità. Perché il ‘museo’ siamo tutti noi e solo insieme possiamo risollevarci”.

All’iniziativa delle luci, il Direttore Paolo Giulierini annuncia anche il ritorno del MANN in quiz su Facebook per regalare abbonamenti del MANN, in attesa di un futuro più prospero e in cui si potrà tornare a frequentare i musei. Insomma, un bel regalo di Natale, nella speranza che possano giungere tempi migliori.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più