Pascale e Santobono fanno il miracolo: bimbo di 2 anni guarisce dal Sarcoma di Ewing

La sanità campana ha raggiunto un altro traguardo: il sodalizio tra Pascale e Santobono-Pasillipon ha permesso ad un bimbo, di soli 2 anni, di sconfiggere un raro e pericoloso tumore. A renderlo noto è Il Mattino.

Conosciuto come ‘Sarcoma di Ewing’, è un tumore maggiormente frequente nei minori. In genere attacca le ossa ma in questo specifico caso ha toccato una vertebra cervicale, cosa che avrebbe reso il suo decorso ancor più complicato. In tale contesto si è inserito l’intervento degli esperti dei due nosocomi napoletani che hanno messo in campo una terapia innovativa.

Un intuizione resa concreta da menti eccelse. Il protocollo attuato da Massimo Eraldo Abate, direttore della struttura di oncologia pediatrica del Santobono, e Paolo Muto, direttore del reparto di radioterapia oncologica del Pascale, con il supporto della dottoressa Emma D’Ippolito, si è rivelato efficace. Il bambino è del tutto guarito, dalla risonanza magnetica non compare alcuna traccia del tumore.

Il piccolo è stato prima di tutto operato d’urgenza per far sì che la massa tumorale fosse asportata da quella zona. Dopodiché si è reso necessario un ciclo di chemioterapia e radioterapia. Eppure, nonostante il difficile percorso sono stati raggiunti i risultati sperati. Grazie alla professionalità del Pascale e del Santobono-Pausillipon il tumore è scomparso, lui e la sua famiglia potranno ritornare a sorridere.

Si tratta dell’ennesimo intervento terminato con successo che fa emergere sempre più l’eccellenza campana in fatto sanitario. Soltanto pochi giorni fa proprio il Santobono si rendeva protagonista di un’ulteriore terapia innovativa, salvando la vita ad una bimba di sei mesi affetta da SMA.

Potrebbe anche interessarti