Giugliano, voragine in strada. Il sindaco: “Le famiglie non hanno voluto abbandonare le case”

voragine giugliano
Foto fb Nicola Pirozzi sindaco Giugliano

Giugliano – voragine in strada. Il maltempo sta sferzando sull’Italia e sulla Campania – prorogata ancora l’allerta meteo di 24 ore – e fin ora ha causato numerosi danni.

Tra le zone più colpite in Campania, oltre al Salernitano, c’è l’area nord di Napoli, soprattutto il comune di Giugliano che nei giorni scorsi si è vista distruggere una strada dalle forti piogge.

Una voragine che inizialmente ha costretto il Comune di Giugliano a sgomberare la zona ospitando 3 famiglie in un albergo. Nei giorni successivi – alle altre famiglie (40 persone) che erano state isolate a causa del cedimento del mano stradale – era stato proposto di lasciare la zona per far proseguire i lavori ma avrebbero rifiutato l’offerta.

Il Comune aveva coordinato lo sgombero con forze ordine e protezione civile comunale e regionale (arrivata con mezzi cingolati). Sul posto era presente anche un’ambulanza.

Un provvedimento preventivo per tutelare la sicurezza dei nostri cittadini. Non abbiamo abbandonato nessuno. Eravamo sul posto per assistere le famiglie nel trasferimento, ma hanno deciso di rimanere nelle loro case“, dice il sindaco Nicola Pirozzi.

Il Comune inoltre fa sapere che oggi verrà completato l’intervento per realizzare la strada alternativa ma, a causa sempre della pioggia, i lavori stanno subendo forti rallentamenti.

Una situazione non semplice da gestire in questi giorni di maltempo e con numerose strade che puntualmente vengono puntellate da buche a causa delle numerose piogge, sulle quali bisogna fare uno slalom per non finire con qualche ruota bucata, come denunciato dai residenti.

Questa volta l’episodio è stato ben più grave, si è rischiata una tragedia e per fortuna nessuno si è fatto male.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più