Folla a Caserta nel weekend, la rabbia dei cittadini: “Ordinanze a capocchia”

L’istituzione della zona arancione in Campania da parte di De Luca ha scatenato feroci proteste e numerose polemiche, ma, com’era prevedibile, non ha impedito ai campani di uscire durante il weekend. Anche il centro di Caserta, nella serata di sabato, è stato invaso dalla folla.

Leggi anche: Zona arancione in Campania: tutte le regole e le limitazioni

Il sindaco Carlo Marino, ancor prima che De Luca confermasse le limitazioni della zona arancione in Campania, aveva firmato un’ordinanza anti-assembramento con misure molto severe. In entrambi i casi, ad avere la peggio in questo caso sono stati bar e ristoranti, ai quali è stato fatto divieto di vendita con asporto dopo le 11 del mattino.

Questo però non ha impedito a una grande quantità di persone di riversarsi per le vie del centro, creando un pericoloso assembramento. Sui social sono numerosi i commenti a proposito nella folla del weekend a Caserta, tra i quali spicca quello dell’ex sindaco Pio del Gaudio.

Folla a Caserta – la rabbia dell’ex sindaco

Ieri sera migliaia di ragazzini minorenni hanno bivaccato a Piazza Cattaneo, Piazza Pitesti, Piazza Ruggiero, Piazza Vanvitelli, Piazza Margherita, Monumento ai caduti ecc. (stamattina piene di rifiuti e bottiglie) mangiando serenamente e bevendo alcolici acquistati ovunque.

Che senso ha fare le ordinanze a capocchia? Danneggiare il piccolo commercio (bar, ristoranti ecc.), E NON EFFETTUARE CONTROLLI???? RICEVO MIGLIAIA DI MESSAGGI IN TAL SENSO. I casertani sono delusi, depressi, stanchi, rassegnati. I sacrifici di tantissime persone perbene sono resi vani da bande di ragazzini irresponsabili e dalla MANCANZA DI CONTROLLI“.

Ieri sera migliaia di ragazzini minorenni hanno bivaccato a Piazza Cattaneo,Piazza Pitesti,Piazza Ruggiero,Piazza…

Pubblicato da Pio Del Gaudio su Domenica 20 dicembre 2020

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più