Covid, sarà un’infermiera dello Spallanzani la prima a vaccinarsi in Italia

vaccino anti-covid

Sarà un’infermiera dell’Istituto Spallanzani la prima persona a ricevere il vaccino anti Covid in Italia. È quanto si apprende da fonti dell’ospedale e della Regione Lazio. Tutto pronto all’istituto Spallanzani di Roma per l’avvio della vaccinazione in programma il 27 dicembre, ‘Vaccine Day’ europeo.

Ieri l’Agenzia Europea del Farmaco ha annunciato l’ok condizionale al vaccino anti-Covid, sviluppato da Pfizer-BioNTech. Dopo l’approvazione dell’Ema, la Commissione europea ha autorizzato l’immissione in commercio del vaccino.

Nonostante le cattive notizie provenienti dalla Gran Bretagna, di una nuova mutazione del virus, la sicurezza e la validità del vaccino non dovrebbero essere messe a rischio, come affermato da Franco Locatelli, il presidente del Consiglio superiore di sanità (Css).

La Direzione dell’Istituto Nazionale di Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani comunica che nella giornata di domenica 27 dicembre, giornata del V-Day, saranno somministrati i primi cinque vaccini anti-COVID a altrettanti dipendenti dell’Istituto e precisamente: un’ infermiera, un operatore socio sanitario (OSS), una ricercatrice e due medici“, si legge in una nota della Direzione dell’INMI Lazzaro Spallanzani, pubblicata poi dalla Regione Lazio sui profili social.

 

V-DAY: SPALLANZANI – PRIMI 5 VACCINI A UN’ INFERMIERA, UN OSS, UNA RICERCATRICE E DUE MEDICI

La Direzione dell’Istituto…

Pubblicato da Regione Lazio su Martedì 22 dicembre 2020

L’ora x è dunque arrivata per tutta l’Europa, da domenica 27 inizieranno ad essere distribuite ed iniettate le prime dosi di vaccino anti covid. Una notizia positiva data dalla ricerca di numerosi scienziati che in meno di un anno hanno proposto un antidoto valido al virus che ha debellato il Mondo intero.

La campagna di vaccinazione partirà con le prime 1.833.975 dosi distribuite da Pfizer e inviate alle Regioni, come ha annunciato l’ufficio del commissario Domenico Arcuri. In seguito verrà avviata la prima sessione della vaccinazione di massa, destinata alle categorie che il Governo e il Parlamento hanno stabilito essere prioritarie.

Potrebbe anche interessarti