Violenta esplosione nel parcheggio dell’Ospedale del Mare: sarà chiuso il covid center

Foto asl Napoli 1

NAPOLI – Una violenta esplosione ha svegliato questa notte i pazienti del covid center dell’Ospedale del Mare situato a Ponticelli. Lo scoppio ha fatto cedere parte del manto stradale del parcheggio del Lotto 1 ma per fortuna non si sono registrati feriti (solo tre autovetture inghiottite). Una voragine molto grande, di circa 20 metri che ha fatto saltare il sistema elettrico del covid center nella struttura sanitaria che nelle prossime ore sarà chiuso. Sul posto sono giunti polizia e vigili del fuoco. Si indaga sull’origine dell’esplosione.

A documentare tutto con un video postato sul suo profilo, è stato Corrado Gabriele, conduttore di Radio Crc:

Esplosione dolosa all’Ospedale del Mare.

Un’area del parcheggio al Lotto 1, evacuato il Covid Residence.

Pubblicato da Sossio Vitale su Giovedì 7 gennaio 2021

 

In un primo momento si era pensato ad un atto doloso, come dichiarato da Ciro Verdoliva. Poi è stata trovata un’altra spiegazione, l’esplosione di alcune conduttore d’ossigeno, come dichiarato sul suo profilo Facebook dall’ex assessore ai trasporti Mario Calabrese:

“Esplosione all’Ospedale del mare. Condutture O2. La voragine contiene 3 autovetture di dipendenti”.

Questo il comunicato dell’Asl Napoli 1 che spiega cosa è successo:

“Tra le 06.30 e 6.45 di questa mattina si è avvertito un forte boato all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. Di fatto il boato è stato determinato da un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri. I Vigili del Fuoco sono sul posto e benché la voragine abbia inghiottito alcune auto, al momento pare che non siano state coinvolte persone. In tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura e la piena efficienza dell’attività assistenziale. Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica. Al momento non c’è alcun elemento che induca a fare pensare ad un atto doloso”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più