De Luca: “La Campania deve essere la prima regione d’Europa a uscire dall’epidemia”

Il presidente della Regione De Luca, nella consueta diretta del venerdì, fa il punto sulla situazione vaccini e annuncia un obiettivo ben preciso. Vincenzo De Luca dichiara che si impegnerà affinché la Campania sia la prima regione d’Europa a potersi dichiarare fuori dall’emergenza coronavirus.

Per gennaio avremo complessivamente 340.000 vaccini, per 170.000 cittadini campani: per il personale sanitario e per le residenze sanitarie assistite per gli anziani. Questa operazione si concluderà nel mese di febbraio. Voglio chiarire che quando nelle schermate che voi vedete la Campania risulta al 100% e più delle vaccinazioni, il dato si ricava dal fatto che negli ultimi giorni ci hanno detto che si possono ricavare 6 dosi per ogni fiala.

Vi ho voluto dire i dati numerici per dirvi che l’obiettivo è di fare prima e seconda vaccinazione a 4 milioni 200.000 cittadini campani. Per febbraio avremo messo in sicurezza gli ospedali, questo è un dato di grande rilievo. Ma dal punto di vista della popolazione campana siamo a livelli ancora molto limitati.

A questo punto il governatore rivolge un importante appello alla popolazione. “Qual è l’obiettivo che persegue il governo della Regione Campania e perseguo io in prima persona? Quello di fare della Campania la prima regione d’Italia e d’Europa ad uscire dall’epidemia”, spiega De Luca.

“Voglio che ci impegniamo in una sfida quasi folle per essere la prima regione che esce dall’epidemia. Dobbiamo fare una operazione di straordinaria complessità, al limite della pazzia, ma sono convinto che siamo in grado di raggiungere questo obiettivo entro dicembre del 2021.

Se noi facciamo 20.000 vaccinazioni al giorno, nell’arco di un mese sono 600.000, che va moltiplicato per due. Ci vogliono quindi due mesi per fare la vaccinazione completa per 600.000 cittadini. Il problema vero che abbiamo di fronte è la quantità dei vaccini disponibili“.

Potrebbe anche interessarti