Covid, la Campania resta in zona gialla anche la prossima settimana

La Campania resta in zona gialla. È quanto contenuto nella bozza di monitoraggio settimanale stilata dall’ISS e dal Ministero della Salute, dove si conferma un calo dell’indice di trasmissibilità Rt medio che nel periodo dal 30 dicembre 2020 al 12 gennaio 2021, calcolato sui casi sintomatici, è sceso a 0,97 (range 0,85-1,11), in diminuzione dopo cinque settimane.

La Campania resta in zona gialla

Nella bozza, in cui contenuto è stato reso noto da Ansa, si legge che siamo in vista di una “diminuzione del rischio di una epidemia non controllata e non gestibile nel Paese dovuta principalmente ad una diminuzione della probabilità di trasmissione di SARS-CoV-2 ma in un contesto in cui l’impatto sui servizi assistenziali rimane alto nella maggior parte delle Regioni/PPAA”.

LEGGI ANCHE – Campania in zona gialla: che cosa si può fare e cosa no

Le aree in zona rossa sono Lombardia, Proncia autonoma di Bolzano e Sicilia. In zona arancione invece abbiamo Abruzzo, Calabria, Emilia, Friuli, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle d’Aosta. In zona gialla la Campania insieme a Toscana, Basilicata, Molise, Provincia di Trento. In bilico la Sardegna, che potrebbe cambiare colore passando da giallo ad arancione, ed il Veneto, che presenta valori da zona gialla ma potrebbe restare precauzionalmente in arancione.