Al Suor Orsola nasce un percorso a cielo aperto: tra Colle Sant’Elmo e lungomare

Suor Orsola percorso

Rinascono i “Gradini Suor Orsola”: un percorso museale a cielo aperto tra il Colle Sant’Elmo e il lungomare.

Intesa tra il Comune di Napoli e l’Università Suor Orsola Benincasa per ridare vita attraverso la rivalorizzazione ai “Gradini Suor Orsola”. Oggi il moderno campus universitario era un tempo una cittadella monastica con un antico sentiero che da oltre cinque secoli la cinge. 300 metri, tra gradinate e tratti piani, sovrastano Napoli, da Via Suor Orsola al Corso Vittorio Emanuele. Per anni la strada, abbandonata dalle istituzioni, con il nuovo progetto, siglato oggi, le ridarà vita.

Come spiegato da Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

“Per una Università che da sempre investe con passione e dedizione nella sua ‘terza missione’ di azione culturale, sociale ed economica sul territorio, è un motivo di grande orgoglio e nel contempo di grande responsabilità l’affidamento per la conservazione e la valorizzazione di un bene pubblico così intriso di storia della città”.

Il percorso museale, tra giardini, chiese e archivi storici, sarà curato in prima istanza da Giovanni Coppola, professore ordinario di Storia dell’Architettura del Suor Orsola e anche da Alessio D’auria, docente di Economia del Beni Culturali. A carico dell’università Suor Orsola c’è stato un investimento di cinquantamila euro per l’installazione dei nuovi sistemi urbanistici, tra panchine, fioriere e lampioni.

Queste invece le dichiarazioni del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris:

“In questi ultimi anni Napoli è diventato un laboratorio esemplare del coinvolgimento delle forze produttive e culturali della città nella valorizzazione del suo territorio e questo nuovo progetto riflette anche il solido legame di collaborazione fattiva che abbiamo avuto come amministrazione comunale in questi anni con le Università che rappresentano un grande patrimonio della città”.

Potrebbe anche interessarti