Spot pubblicitario interrompe la messa e disturba i fedeli, il prete: “Spegnete la tv, non è una partita di calcio”

messa interrotta da uno spot

Domenica scorsa, la Santa Messa trasmessa in diretta tv su Canale 8 è stato interrotta da uno spot pubblicitario sul cashback. Si tratta di una pubblicità che, per circa 4 settimane, è prevista alle 12.30 circa, quindi proprio nel pieno della celebrazione della Santa Messa. Ed è per questo motivo che don Gennaro Matino, il prete che celebra la messa in diretta dalla chiesa della Santissima Trinità di via Tasso, si era detto indeciso a far trasmettere o meno la messa di Domenica 31 gennaio 2021 in diretta, ma date le numerose richieste, la celebrazione c’è stata.

Prima di procedere con la messa, ieri don Gennaro Matino ha affrontato l’argomento in diretta, lanciando una sfida al Ministero e invitando tutti i fedeli che seguono la celebrazione da casa a spegnere la tv durante quei 30 secondi in cui va in onda lo spot.

“Domenica scorsa, mentre stavamo facendo la nostra meditazione è partito uno spot di 30 secondi. Se fossi stato avvisato, non l’avrei fatto fare, avrei trovato altra soluzione – dichiara don Gennaro Matino durante la celebrazione della messa in diretta tv – Non è responsabile neppure dell’emittente, ma è previsto dal Ministero che ci sia uno spot istituzionale per quattro settimane, obbligato in quelle fasce orarie.

L’emittente ha protestato con il Ministero, e il Ministero ha risposto che questo è l’orario. E non è neppure uno spot a pagamento. Allora siamo arrivati ad un accordo con l’emittente. Io concludo la meditazione, alla fine della meditazione io mi seggo, noi cantiamo un canto e in quei trenta secondi viene trasmesso lo spot.

Per cui, se gli amici che ci seguono sono, e io lo farei, disturbati da quello spot, spengano il televisore. Così danno una risposta ben chiara al Ministero, poi la riaccendono dopo 30 secondi. Così capiscano bene che non ci può essere luogo e luogo, questa non è una partita di pallone, non è uno spettacolo, qui è il Signore che parla, e quando il Signore parla, fosse anche il presidente della Repubblica, lui tace”.

Potrebbe anche interessarti