Torre del Greco, regolato il trasporto pubblico locale non di linea: tornano i taxi collettivi

torre trasporto pubblico

Da oggi e fino alla fine di aprile, nel comune di Torre del Greco è stata predisposta una regolamentazione temporanea del servizio di Trasporto Pubblico Locale non di linea. Con un’ordinanza n. 13/2021, firmata dal sindaco Giovanni Palomba, si concede anche la possibilità di usufruire del taxi collettivo, nel rispetto delle misure anti covid.

Come si legge nel testo:

“Con decorrenza dal 01 Febbraio e sino al prossimo 30 Aprile c.a. l’esercizio dell’attività di trasporto pubblico locale non di linea è consentito – nel solo ambito del territorio comunale – anche nelle modalità di “taxi collettivo”, con l’osservazione di opportune prescrizioni quali il rispetto della distanza interpersonale di un metro per l’utilizzo delle porte di accesso ai mezzi, l’obbligo per i viaggiatori ed il conducente di indossare i D.P.I. ovvero mascherine e guanti e l’obbligo di sanificazione ed igienizzazione quotidiana dei mezzi di trasporto.
Per quanto concerne, poi, la circolazione dei mezzi viene disposto che nei giorni pari dei mesi di febbraio e marzo 2021 possono esercitare il servizio, i titolari di licenza o autorizzazione con numero dispari; diversamente, nei giorni dispari di febbraio e marzo 2021 i titolari di licenza o autorizzazione con il numero pari. Per il solo mese di Aprile 2021, invece, è stabilito che nei giorni pari possono esercitare l’attività i titolari di licenza o autorizzazione con numero pari; nei giorni dispari, quelli con numero dispari”.

Sempre valide le misure anti contagio anche per i mezzi di trasporto pubblico non di linea con un numero massimo di passeggeri:

“Gli stessi titolari del trasporto pubblico non di linea sono tenuti ad evitare che il passeggero occupi il posto accanto al conducente, oltre che evitare che sui sedili posteriori possano essere trasportati più di due passeggeri – distanziati il più possibile – qualora muniti di idonei dispositivi di sicurezza. Non da ultimo, nelle vetture omologate per il trasporto di sei o più viaggiatori, non possono essere sedute più di due persone per ogni fila di sedili”.

 

 

Potrebbe anche interessarti