Vaccino, Aifa autorizza i test al Pascale: “Un’ulteriore arma per ottenere l’immunità”

Dopo i risultati incoraggianti provenienti dal candidato italiano prodotto da Reithera, l’AIFA ha autorizzato la sperimentazione di un altro vaccino che avrà luogo nei laboratori dell’Istituto Pascale di Napoli. A renderlo noto è Il Corriere del Mezzogiorno.

AIFA, ok alla sperimentazione del vaccino al Pascale di Napoli

Si chiama Covid-eVax ed è stato ideato da Takis e sviluppato in collaborazione con Rottapharm Biotech. Ciò che lo contraddistingue è la presenza di un frammento di Dna che viene iniettato nel muscolo fungendo da barriera immunitaria contro il virus.

La sperimentazione sarà avviata già dal mese di febbraio e avrà, oltre al Pascale di Napoli, altre due basi operative: l’Istituto nazionale sulle malattie infettive Spallanzani di Roma e l’ospedale San Gerardo di Monza in collaborazione con l’Università Milano-Bicocca.

Dall’avvio degli studi di I e II fase, a distanza di circa tre mesi sarà possibile valutare i primi risultati eppure il farmaco già sembra promettere bene. Luigi Aurisicchio, amministratore delegato e direttore scientifico di Takis, ha spiegato: “Il Dna è economico, può essere prodotto in larga scala e non ha bisogno della catena del freddo. La vaccinazione può essere ripetuta nel tempo per mantenere la risposta immunitaria. La sua flessibilità consente di essere facilmente adattato alle nuove varianti.”

Anche il noto oncologo Paolo Ascierto, in prima linea nella lotta al covid e nella ricerca in questione, ha commentato: “Lo sviluppo di un vaccino a Dna sintetico rappresenta un’ulteriore arma per l’immunizzazione di massa. Inizieremo la sperimentazione su un campione di una ventina di volontari e affronteremo le due fasi previste dall’iter di verifiche.”

Intanto la campagna vaccinale sta proseguendo. A Pfizer e Moderna a breve si aggiungerà il farmaco di AstraZeneca. La somministrazione sarà estesa ad altre categorie prioritarie, in primis agli anziani. In Campania, per questi ultimi è già attiva una piattaforma di prenotazione. Le adesioni ottenute hanno già oltrepassato la soglia dei 50.000.

Potrebbe anche interessarti