Napoli, partite di calcetto interrotte dalla Polizia: sanzionati giovani e adulti

napoli calcetto

Continuano i controlli da parte della Polizia per verificare la corretta applicazione delle norme restrittive anti contagio covid nella città di Napoli. Se negli ultimi giorni si sono moltiplicate le segnalazioni di feste di compleanno in hotel e B&b del capoluogo partenopeo, a essere scoperte questa volta sono state ben due partite di calcetto.

E’ la Questura di Napoli a raccontare in un post su Facebook i controlli e le relative sanzioni per chi è andato contro le regole e ha organizzato in impianti sportivi partite di calcetto. Gli sport di contatto infatti sono ancora vietati per i non tesserati e i professionisti anche se si svolgono all’aperto.

“I sera gli agenti dell’ Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Comunale Vecchia di Miano per una segnalazione di una partita di calcetto presso una struttura sportiva. I poliziotti hanno sanzionato il titolare e sette persone, tra i 19 e i 48 anni, per inottemperanza alle misure anti Covid19 disponendo, inoltre, la chiusura immediata della struttura”.

Non sono quindi solo giovani ma anche adulti a essere stati soppressi dalla Polizia. Un’altra partita è stata scoperta nella stessa serata in un altro quartiere di Napoli, a Soccavo:

“Nella stessa serata gli agenti sono intervenuti a Soccavo per un’altra partita che si stava disputando in un centro sportivo di via dello Sport. Un dipendente e 10 giovani, tra i 16 ed i 21 anni, sono stati sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19; è stata altresì disposta l’immediata chiusura dell’impianto sportivo”. 

#Miano e #Soccavo: interrotte due partite di calcetto.
Sanzionati titolari e giocatori.

Ieri sera gli #agenti dell’…

Pubblicato da Questura di Napoli su Mercoledì 17 febbraio 2021

 

Potrebbe anche interessarti