Torre del Greco, scuole chiuse fino al 1 marzo: l’ordinanza del sindaco Palomba

scuole torre grecoNon si ferma il contagio nella città di Torre del Greco, per questo il sindaco Giovanni Palomba ha firmato la proroga dell’ordinanza che predisponeva la sospensione dell’attività didattica in presenza. Gli studenti quindi continueranno a fare lezione in dad fino al 1 marzo.

L’ordinanza n. 74 del 22.02.2021 proroga la sospensione dell’attività didattica in presenza per tutte le scuole di Torre del Greco, di ogni ordine e grado, dal 23 Febbraio 2021 al 01 Marzo 2021.

Come reso noto dal Comune:

“Il provvedimento amministrativo, si è reso necessario al termine del tavolo tecnico convocato nel pomeriggio odierno, nella sede istituzionale di Palazzo Baronale, presieduto dal primo cittadino con la presenza del Responsabile dell’ U.O.P.C. delll’ASL Na3 Sud, Vincenzo Sportiello, del Dirigente della Protezione civile, Salvatore Visone, e del Dirigente alla Pubblica Istruzione, Luisa Sorrentino insieme all’Assessore competente al ramo, Enrico Pensati. Nello specifico, secondo quanto disposto dal corpo dell’ordinanza, rilevati i dati afferenti la curvatura del contagio epidemiologico, in crescita negli ultimi giorni sul territorio comunale – nonché – sulla base dei dati trasmessi dall’ Unità di Crisi della Regione Campania, si è ritenuta opportuna la proroga dell’attività didattica a distanza, di una ulteriore settimana”.

Restano consentite in presenza le attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione dell’Istituto scolastico di riferimento.

Una scelta, quella di chiudere le scuole di Torre del Greco, fatta per tutelare tutta la comunità come spiegato dal sindaco Giovanni Palomba:

“Cerchiamo di assicurare in ogni modo possibile, la sicurezza dei nostri ragazzi e la tranquillità delle loro famiglie. Il momento che stiamo vivendo è certamente complesso, ma stiamo lavorando quotidianamente, sulla base di dati in continuo aggiornamento”.

Intanto prosegue la campagna di vaccinazione con la scelta della sede.

 

Potrebbe anche interessarti