Nebbia intensa sulle isole del golfo e sul litorale Flegreo: si tratta della “nebbia di avvezione”

Stamattina sulla costa campana, in particolare a nord di Napoli (litorale Flegreo) e sulle Isole del Golfo si è potuta osservare una nebbia molto intensa. Il Centro Funzionale della protezione civile della Regione Campania ha spiegato, tramite un post pubblicato su Facebook, che tale fenomeno è dovuto ad una inversione termica ossia ad una corrente di aria calda (in questo caso marina) sovrapposta ad uno strato di aria fredda che si era accumulata sulla terraferma.

Si tratta della cosiddetta “nebbia di avvezione”. L’accumulo di umidità presentatosi durante la notte, inoltre, è stato dovuto a due fattori che si sono manifestati contestualmente: alta pressione e scarsa ventilazione.

Cos’è la “nebbia di avvezione”?

Come si apprende dal sito 3bmeteo.com, la nebbia di avvezione si forma quando l’aria umida e calda passa per avvezione sopra un terreno freddo o sulla superficie del mare, venendo così a sua volta raffreddata. Questo fenomeno è frequente sulle superfici marine, quando l’aria calda di un anticiclone subtropicale incontra alle medio-alte latitudini acqua più fredda.

Alle nebbie d’avvezione appartengono anche quelle che si formano quando aria calda marittima invade durante le ore notturne la terraferma più fredda e le nebbie nei fondovalle, dove, durante la notte, l’aria fredda accumulatasi scende e si deposita lungo i pendii delle montagne.

🌫Stamattina sulla costa campana , in particolare a nord di #Napoli (litorale #Flegreo) e sulle Isole del #Golfo si è…

Pubblicato da Protezione Civile Regione Campania su Mercoledì 24 febbraio 2021

Ad immortalare questo evento ci ha pensato anche il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione, che ha pubblicato foto dell’intensa nebbia che si è abbattuta sulla sua città.

Bacoli si è svegliata coperta dalla nebbia. Come raramente accaduto in passato. Non si vede il mare, l’orizzonte. Non si vedono i laghi e le isole. Un paesaggio singolare. A tratti, affascinante“.

 

Bacoli si è svegliata coperta dalla nebbia. Come raramente accaduto in passato. Non si vede il mare, l’orizzonte. Non si vedono i laghi e le isole. Un paesaggio singolare. A tratti, affascinante.

Pubblicato da Josi Gerardo Della Ragione su Mercoledì 24 febbraio 2021

Potrebbe anche interessarti