“A figlia d”o marenaro” paga gli stipendi ai dipendenti durante il lockdown: premiata da Coldiretti

'a figlia d'o marenaro
Foto pagina Facebook “‘A Figlia d’o Marenaro”

Assunta Pacifico, titolare dello storico ristorante nel centro di Napoli “A figlia d’’o marenaro“, è stata premiata da Coldiretti Campania e Coldiretti Donne Impresa Campania perché ha difeso i suoi 60 dipendenti, che attendevano invano la cassa integrazione, pagando loro gli stipendi durante il periodo del lockdown a causa del Covid 19, nonostante la chiusura del ristorante.

Assunta, oltre ad essere titolare dello storico ristorante di Via Foria, è testimonial regionale dell’iniziativa nazionale #solodalcuore, una mobilitazione di solidarietà con la quale le imprenditrici agricole della Coldiretti stanno raccogliendo fondi per la costruzione in Africa di un reparto di maternità e di una scuola per neo ostetriche a Rumbek, in Sud Sudan.

Un progetto tutto dedicato alle donne, Per rendere questo giorno di festa, un momento non solo celebrativo, ma di impegno concreto. L’iniziativa Solo dal Cuore promossa da Prayers e dalle imprenditrici di Coldiretti Donne Impresa sostiene il programma “Prima le mamme e i bambini. 1000 di questi giorni” di Medici con l’Africa Cuamm.
I cuori della gratitudine, dei cuscini imbottiti di fibra naturale e rivestiti con tessuti wax e made in Italy, simboleggiano l’abbraccio delle donne di Coldiretti alle mamme dell’Africa. Un abbraccio che unisce Italia e Africa con l’obiettivo di migliorare l’accesso e la qualità delle cure per tante donne, mamme e bambini presso l’ospedale di Rumbek in Sud Sudan.

“Quando lavori duramente, fai sacrifici e dai il massimo di te stessa, prima o poi arrivano sempre le soddisfazioni! – scrive Assunta Pacifico in un post pubblicato su Facebook – Esser scelta da Coldiretti come testimonial per l’iniziativa “Prima le mamme e i bambini. Mille di questi giorni” a favore delle giovani donne dell’Africa e come simbolo della ristorazione in Campania, per me è stata per me un’emozione bellissima.

È il sogno di una bambina che giocava vicino il bancone del padre e ha sempre affermato con fierezza di voler fare la ristoratrice, divenuto realtà. È il raggiungimento di un obiettivo a nome di tutte le donne, che non si arrendono e continuano a lottare per poter mostrare al mondo il loro valore.

Mi sprona ancora di più ad affrontare questa tempesta dalla quale siamo stati colpiti da più di un anno ormai, fino a superarla, con il sorriso e il sostegno della mia famiglia, dei miei dipendenti e di tutti i miei amici.

Adda passà a nuttata, ma la luce dell’alba è vicina”

Quando lavori duramente, fai sacrifici e dai il massimo di te stessa, prima o poi arrivano sempre le soddisfazioni!…

Pubblicato da ‘a Figlia d’’o Marenaro su Domenica 7 marzo 2021

Potrebbe anche interessarti