“Molnupiravir”: il nuovo farmaco antivirale in grado di ‘uccidere’ il Covid-19

Il nuovo farmaco antivirale “Molnupiravir” potrebbe essere in grado di “uccidere” il Covid-19. Infatti, a tal proposito, un gruppo di ricercatori americani ha effettuato un esperimento su un gruppo di persone. E su circa 49 di queste, una singola pillola presa due volte al giorno per 5 giorni ha eliminato gli effetti del coronavirus naso-faringei.

A riportare la notizia è il giornale Medscape Medical News. E il merito di questa scoperta è del professore di medicina Carlos Del Rio, della Emory University di Atlanta, in Georgia. D’altronde, il professore ha anche suggerito che tale farmaco potrebbe essere preso nei primi giorni di sintomi per prevenire complicazioni più gravi.

Ma, chiaramente, tali risultati non sono abbastanza. Proprio per questo, le ricerche e le sperimentazioni per poter rendere questo farmaco funzionale al 100% continuano. Infatti, i pazienti sono sottoposti a prendere questa pillola di Molnupiravir per 5 giorni, e poi sono monitorati per circa 28 giorni.

Ad essere d’accordo con la teoria del professore Del Rio è anche la dottoressa Wendy Painter, del Ridgeback Biotherapeutics. La dottoressa considera i dati promettenti e ritiene che sia fondamentale ed urgente avere un farmaco antivirale che possa curare il SARS-CoV-2. Infatti, nonostante i vaccini siano fondamentali per l’immunità di gregge, c’è bisogno di un farmaco che possa arrestare immediatamente la corsa del coronavirus.

Potrebbe anche interessarti