Lotto danese sospeso, AstraZeneca non pubblica i dati. Burioni: “Non dovremmo consentirlo”

Da poco l’AIFA ha chiesto la sospensione di un lotto del vaccino AstraZeneca, allo scopo di effettuare ulteriori indagini. Dopo la Danimarca, anche l’Italia ha registrato dei gravi eventi avversi in seguito alla somministrazione del farmaco. Roberto Burioni ha espresso la propria opinione al riguardo e ha sottolineato un aspetto importante della vicenda: le analisi di sicurezza del lotto non sarebbero stati ancora pubblicati da AstraZeneca.

Mi spiace ma non dirò una parola sui problemi relativi al vaccino AstraZeneca“, esordisce il virologo sulla sua pagina Facebook. “È compito della casa farmaceutica chiarire quanto sta accadendo e in questo momento dovrebbero essere già online tutte le analisi di sicurezza del batch ABV5300 del vaccino (quello che sembra abbia causato problemi), tutti i luoghi dove è stato distribuito, i dati crudi che hanno portato alla approvazione del batch stesso. Invece niente, solo questa dichiarazione. Un comportamento che non dovremmo consentire”.

Al suo post Burioni allega una dichiarazione della casa farmaceutica AstraZeneca, in cui si legge: “La sicurezza del vaccino è stata ampiamente studiata nelle sperimentazioni cliniche di Fase 3, e i dati soggetti a peer-review hanno confermato che il vaccino generalmente è ben tollerato“.

Attendiamo quindi che la casa farmaceutica renda pubblici i dati relativi alla sicurezza del lotto. Gli eventi avversi registrati in Italia sono di vario tipo, e includono anche un decesso avvenuto dopo la somministrazione. In Danimarca, invece, il lotto ABV5300 avrebbe causato problemi di coagulazione del sangue.

Mi spiace ma non dirò una parola sui problemi relativi al vaccino AstraZeneca. E’ compito della casa farmaceutica…

Pubblicato da Medical Facts di Roberto Burioni su Giovedì 11 marzo 2021

Potrebbe anche interessarti