Vaccini prima ai sindaci, Josi è contrario: “Siamo come i comandanti di una nave in tempesta”

Josi Della Ragione

La campagna vaccinale prosegue in tutta Italia. Secondo i dati forniti dal Ministero della Salute, in questo momento sul territorio nazionale sono 1.861.852 le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi. Le categorie che ora stanno ricevendo il vaccino anti covid sono gli over 80, il personale scolastico e le forze armate. In Parlamento però, in questi giorni, si è discussa l’ipotesi di inserire i sindaci tra le categorie protette e quindi che abbiano la priorità per il vaccino anti covid.

Draghi cambia il piano vaccinale

Non sono però d’accordo alcuni primi cittadini che non vedrebbero necessario questo loro “saltare la fila” a discapito di persone più bisognose. A portare avanti questa lotta di giustizia è il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo della Ragione, che sul proprio profilo Facebook prende posizione.

Ho letto di colleghi sindaci che, in qualità di autorità sanitarie locali, hanno dato priorità alla propria vaccinazione. E leggo, con sconcerto, la richiesta in Parlamento di dare priorità alla vaccinazione dei primi cittadini. Non commento.

Mi si permetta soltanto di dire che fino a quando non riusciremo a vaccinare i disabili, gli anziani allettati, le persone con patologie gravi, e tutti coloro che ne hanno urgente bisogno, io cederò sempre il mio vaccino ad altri. Quando verrà il mio turno, mi vaccinerò.

Ed il turno del sindaco, primo servitore della propria comunità, non può che venire alla fine. Come il comandante alla guida di una nave in balia della tempesta. Scende per ultimo. Aiuta l’equipaggio, e lascia la nave soltanto quando è vuota. Quando nessuno è più in pericolo. Pertanto, a chi ci governa da Roma, non chiedo priorità. Ma vaccini. Tanti, subito. Fate presto. Perché non possiamo più accettare ritardi. Perché la situazione è seria, critica“.

 

Ho letto di colleghi sindaci che, in qualità di autorità sanitarie locali, hanno dato priorità alla propria…

Pubblicato da Josi Gerardo Della Ragione su Giovedì 11 marzo 2021

Anche il sindaco di Portici, Enzo Cuomo, ha espresso la stessa opinione riprendendo le parole all’Ansa di Antonio Decaro, primo cittadino di Bari: “Alcuni parlamentari, con un ordine del giorno approvato alla Camera, chiedono di inserire i sindaci tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione in qualità di autorità sanitarie locali. Li ringraziamo, ma ci sono tante categorie di lavoratori esposti e fragili, che dovrebbero essere vaccinati prima di noi. Noi sindaci aspetteremo il nostro turno“.

 

Noi Sindaci aspetteremo il nostro turno per vaccinarci.
Condivido convintamente cio’ che ha affermato il Presidente…

Pubblicato da Enzo Cuomo Sindaco su Venerdì 12 marzo 2021

Potrebbe anche interessarti