Omicidio Fortuna Bellisario, scarcerato il marito: la Procura si oppone

Foto Facebook-Francesco Emilio Borrelli

È ormai fuori dal carcere Vincenzo Lopresto, marito di Fortuna Bellisario, ma la Procura di Napoli chiede una riforma della sentenza emessa nei suoi riguardi. A riportare la notizia è Il Mattino.

La vicenda di Fortuna Bellisario: ammazzata di botte dal marito

Vincenzo Lopresto era stato condannato in primo grado a 10 anni di reclusione, con rito abbreviato, per l’omicidio preterintenzionale della moglie, Fortuna Bellisario, avvenuto a Miano nel marzo del 2019. L’uomo aveva picchiato ferocemente la moglie, per poi chiamare i soccorsi quando l’ha vista agonizzante sul pavimento. Quando è arrivata l’ambulanza però Fortuna era in condizioni gravissime, e non c’è stato nulla da fare per lei.

Tuttavia di recente Lopresto era stato scarcerato per problemi di deambulazione, dal momento che è su una sedia a rotelle. Per l’uomo, dopo appena due anni di detenzione, sono stati disposti gli arresti domiciliari, e Lopresto sta scontando la pena nell’abitazione della mamma, che si trova nel Rione Sanità.

La decisione, com’era facilmente immaginabile, ha suscitato forti polemiche. Adesso la Procura ha fatto istanza alla Corte di Appello di Napoli affinché Lopresto venga ritenuto colpevole di omicidio doloso, e non di omicidio preterintenzionale. Il processo di primo grado infatti prese il via dall’ipotesi di omicidio doloso, ma successivamente venne chiesta l’attenuazione del reato.

Potrebbe anche interessarti