Napoli, protesta dei No Dad contro De Luca: tra loro Veronica Maya e Maria Mazza

Questa mattina i cosiddetti genitori ‘No Dad’ affiancati da operatori del trasporto scolastico e rappresentanti dei servizi di infanzia si sono radunati a Napoli, in via Nazario Sauro, nei pressi della sede della Regione, per opporsi alla chiusura delle scuole: tra loro anche Veronica Maya e Maria Mazza, volti noti della TV.

No Dad a Napoli: tra loro Veronica Maya e Maria Mazza

Si appellano alla Regione e al Presidente De Luca che più volte si è espresso per la sospensione delle lezioni in aula mentre il resto di Italia proseguiva con le attività in presenza. Fanno leva su alcuni studi che dimostrano un basso tasso di contagiosità nelle aule.

Intervistata da ‘Sì comunicazione’, la showgirl Maria Mazza ha dichiarato: “Il presidente De Luca ha tolto ogni diritto a mia figlia e a tutti i bambini della Campania riducendoli a bambini di secondo ordine rispetto agli altri italiani. Chiedo al Governo che si renda conto che la Campania fa parte dell’Italia. I bambini campani hanno perso il diritto all’istruzione e alla vita”.

Lei stessa ha diffuso le foto scattate in piazza sui suoi profili social scrivendo: “In piazza per i diritti dei bambini campani. Anche loro devono avere gli stessi diritti dei bambini italiani”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Maria Mazza (@5mariamazza)

Sulla stessa scia la conduttrice Veronica Maya: “Non è giusto quello che stanno vivendo. C’è tutta questa sottrazione di socialità, cultura e sport. Le famiglie sono assolutamente sole. Le scuole sono un luogo sicuro, si sono attrezzate, noi ci siamo adeguati a tutti gli sforzi ma cavolo siamo tutti fermi, compresi gli autisti”. 

Schierati in piazza ci sono i bus gialli, tipici del trasporto scolastico, ormai fermi da quasi un anno tra chiusure e brevi riaperture. Anche loro hanno deciso di partecipare alla manifestazione per far sentire la propria voce, sperando nell’arrivo di ristori non ancora arrivati.

Potrebbe anche interessarti